• Home »
  • Eventi »
  • Asti, l’Amministrazione comunale incontra l’associazione AssoAlbania
Asti, l’Amministrazione comunale incontra l’associazione AssoAlbania

Asti, l’Amministrazione comunale incontra l’associazione AssoAlbania

 

Mercoledì 10 marzo presso il Salone del secondo piano di Palazzo Mandela ad Asti l’assessore Mariangela Cotto ha incontrato Marjan Bjeshkza presidente dell’Associazione AssoAlbania Piemonte di via A. Lamormora, 16- Asti, il segretario Artan Sadikaj e le socie Suzana Dani e Valbona Sadikaj.

All’incontro hanno preso parte il dott. Roberto Giolito dirigente servizi sociali e la dott.ssa Cristina Gai P.O. del servizio Famiglia, Minori, Adulti e Segretariato Sociale.

L’assessore Cotto riceve con parole di accoglienza e ringraziamento i rappresentanti di AssoAlbania per essere state risorse indispensabile nei progetti “ Dona la spesa” e “ Volontariato in Panchina” e per la loro presenza al secondo appuntamento di un percorso attivato per incontrare le associazioni delle diverse realtà straniere presenti sul territorio astigiano e finalizzato a costruire spazi d’incontro e di collaborazione.

L’obiettivo del meeting è stato quello di confrontarsi sui bisogni e sulle strategie d’integrazione adottate da parte dei servizi sociali nei confronti dei cittadini delle diverse comunità straniere.

Il dott. Giolito ha sottolineato, che in un momento di crisi economica e sociale come quello di oggi, in cui le richieste di aiuto sono aumentate, riuscire a creare un assistenza condivisa potrebbe garantire una risposta a quelle situazioni alcune volte molte complesse. La proposta è stata condivisa dai rappresentanti di AssoAlbania che si sono impegnati ad individuare un/una referente all’interno della propria associazione che possa fare da ponte tra i servizi sociali e la comunità albanese presente sul territorio.

La dott.ssa Cristina Gai inoltre ha ribadito che il supporto dell’associazione nella diffusione corretta delle prestazioni che i servizi sociali offrono, potrebbe creare una rete di sostegno più idonea e utile per intervenire nelle situazioni di maggior fragilità che si possono tradurre in problematiche legate al bisogno abitativo e di minori stranieri non accompagnati presenti sul territorio.

«Creare ponti di sostegno significa agire nella condivisione degli aiuti – dichiarano il sindaco Maurizio Rasero e l’Assessore Mariangela Cotto – favorendo una società che intende rendere il proprio territorio sempre più inclusivo».

 

Nella foto da sinistra: Valbona Sadikaj, Marjan Bjeshkza, Mariangela Cotto, Roberto Giolito, Cristina Gai, Suzana Dani, Artan Sadikaj.