Mar. Nov 29th, 2022

 

Anche la Città di Alba celebra oggi, 18 marzo, la prima Giornata nazionale per le vittime dell’epidemia da coronavirus, data in cui un anno fa, a Bergamo, i mezzi militari sono stati usati per il trasporto delle salme.

Il sindaco Carlo Bo questa mattina ha aderito alla proposta dell’Anci, l’Associazione nazionale comuni italiani: in concomitanza con l’arrivo a Bergamo del Presidente del Consiglio, Mario Draghi, alle 11, l’associazione ha invitato i primi cittadini a ritrovarsi davanti ai propri municipi, indossando la fascia tricolore, per osservare un minuto di silenzio al cospetto della bandiera italiana esposta a mezz’asta.

«Oggi il pensiero va ad ognuna delle vittime della pandemia e alle loro famiglie – afferma il sindaco Carlo Bo –. Le immagini di quel che accadeva a Bergamo il 18 marzo 2020 rimarranno indelebili nelle nostre menti, simbolo di quest’anno drammatico e del senso di rabbia e impotenza che ciascuno di noi ha provato di fronte a tutto questo. Non avremmo mai immaginato di trovarci oggi, un anno dopo, ancora in questa situazione e l’unico desiderio che abbiamo è di poter scrivere presto la parola fine».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.