• Home »
  • Eventi »
  • Torna “Castelli in Giallo” nei palazzi storici del Piemonte
Torna “Castelli in Giallo” nei palazzi storici del Piemonte

Torna “Castelli in Giallo” nei palazzi storici del Piemonte

 

Torna “Castelli in Giallo”, il festival di letteratura noir che trova casa nelle più affascinanti dimore storiche piemontesi. Dopo lo stop forzato del 2020, l’evento si svolgerà in presenza nei week end di sabato 19 e domenica 20 giugno e da venerdì 25 a domenica 27 giugno. Il primo fine settimana sarà dedicato ai bambini con Castelli in Giallo Kids, mentre nell’ultimo fine settimana di giugno gli appuntamenti saranno rivolti agli adulti e prevedranno aperitivi e cene con alcuni fra gli autori più interessanti del panorama giallistico italiano.

Il festival è organizzato da “Amici di Castelli Aperti”, l’associazione che promuove l’omonima rassegna e che prevede l’apertura da aprile a ottobre di oltre sessanta dimore storiche sul territorio piemontese. Il progetto è sostenuto da Regione Piemonte, da Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte, Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e Compagnia di San Paolo.

«Questo progetto promuove e valorizza in modo originale e innovativo la ‘grande bellezza’ del patrimonio storico-artistico e culturale del territorio, che attraversa i secoli, rafforzando il nostro essere e sentirci parte di una comunità – afferma il Presidente dell’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte Giovanni Quaglia –. Aprire i castelli a pubblici ampi e trasversali significa renderli mete di un turismo culturale e paesaggistico che è anche un volano significativo per l’economia locale».

Il programma consiste in 15 appuntamenti dislocati in cinque dimore storiche: il castello di Rocca Grimalda e il castello di Morsasco, nel Monferrato, accoglieranno Castelli in Giallo Kids, mentre il castello di Magliano Alfieri, il castello di Verduno e l’Agenzia di Pollenzo saranno teatro degli incontri per gli adulti.

«Siamo felici di essere riusciti a riproporre Castelli in Giallo dopo l’anno difficile che tutti abbiamo attraversato – dichiara Marinella Chiavero, presidentessa dell’associazione Amici di Castelli Aperti – le persone in questo periodo hanno bisogno più che mai di cultura e bellezza, e noi cerchiamo di offrirle  portando nelle più suggestive dimore storiche piemontesi degli appuntamenti di qualità che contribuiscono a valorizzarle. Ci auguriamo che Castelli in Giallo diventi non solo una proposta di qualità per gli amanti del genere e per i tanti lettori appassionati, ma anche una occasione per scoprire il vasto e importante patrimonio architettonico e storico della nostra Regione, nell’ottica di un ampliamento della sua offerta turistica». Il festival propone un programma che alterna grandi nomi della giallistica nazionale a autori emergenti e meno conosciuti, per offrire una panoramica il più possibile completa sul genere.

Enrico Pandiani, scrittore e direttore artistico di Castelli in Giallo afferma: «Ho avuto il piacere di poter invitare scrittrici e scrittori che verranno a presentare i loro nuovi romanzi in questa cornice senza pari, che con il noir e il mistero si sposano alla perfezione. Saranno giorni che vedranno succedersi racconti appassionanti e diversi, nei quali si parlerà di scrittura, di progetti, di questo mondo che cambia, e dove, soprattutto, potremo soddisfare la grande voglia che tutti abbiamo di ricominciare a incontrarci, parlare e passare qualche ora assieme ai personaggi che ci hanno appassionato con le loro storie».

 

Nella foto il castello di Magliano Alfieri