• Home »
  • Eventi »
  • Il comitato “Una strada per le Langhe” chiede il collegamento veloce fra Alba, Alta Langa e la Liguria
Il comitato “Una strada per le Langhe” chiede il collegamento veloce fra Alba, Alta Langa e la Liguria

Il comitato “Una strada per le Langhe” chiede il collegamento veloce fra Alba, Alta Langa e la Liguria

 

Il Comitato promotore “Una strada per le Langhe e di Alba – Una progettualità a sostegno dell’economia del territorio” ha incontrato in municipio ad Alba il presidente della Regione Alberto Cirio e l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Gabusi. Per il Comitato erano presenti, oltre al sindaco della città di Alba Carlo Bo che ha ospitato l’incontro, il presidente del Comitato Paola Veglio e il vicepresidente Dino Rossello, entrambi imprenditori di Cortemilia, il consigliere provinciale e consigliere di Castelletto Uzzone Annamaria Molinari e il presidente dell’Unione montana Alta Langa e sindaco di Cortemilia Roberto Bodrito.

Il Comitato, costituito lo scorso aprile, è nato per affrontare in modo efficace e risolutivo il problema viabilità che da anni affligge i comuni delle Langhe a sud della città di Alba fino ai confini con la Liguria. Residenti, imprenditori, lavoratori, studenti, utenti e turisti sono sempre più penalizzati nelle loro attività dalla mancanza di adeguate arterie stradali ad alto scorrimento, quotidianamente obbligati a percorrere le tortuose e poco sicure strade di Langa per poi dover attraversare il centro di Alba. Tempi di percorrenza eccessivi, ridotta sicurezza, inquinamento, difficoltà di accesso alle strutture sanitarie a Verduno, al capoluogo di provincia, alle autostrade e alle grandi arterie di comunicazione: tutti disagi che si traducono in un inaccettabile ostacolo allo sviluppo sociale, economico, culturale e turistico dell’intero territorio.

Alla presenza del presidente Cirio e dell’assessore Gabusi, il Comitato ha sollecitato la realizzazione di una viabilità stradale alternativa all’attraversamento della città di Alba e per il collegamento con l’Alta Langa e la Liguria, anche attraverso tunnel e viadotti. Primo atto pratico sarà la commissione di uno studio di fattibilità tecnico-economica, partendo dallo studio di fattibilità esistente del 2010 per riqualificare la viabilità tra l’entroterra savonese e l’albese attraverso le valli Belbo-Bormida-Uzzone. La Regione si è impegnata a supportare anche economicamente questo primo obiettivo.

Il sindaco di Alba, Carlo Bo dichiara: «Viabilità, infrastrutture e collegamenti adeguati sono una priorità per un territorio come il nostro, ricco di attività produttive e turistiche. Imprenditori e lavoratori oggi sono fortemente penalizzati dai tempi di percorrenza che separano Alba e i comuni limitrofi dall’Alta Langa. Il turismo in questa zona è cresciuto molto negli ultimi anni, ma senza le strade è impensabile dare nuovo impulso e slancio al territorio, offrendo servizi per i visitatori e opportunità per chi vive e lavora su queste colline. Altrettanto importante sul fronte turistico e commerciale è poter disporre di un miglior collegamento tra il basso Piemonte e la Liguria. Per questo è fondamentale lavorare in sinergia».
«Ringraziamo il sindaco e il comune di Alba per aver ospitato l’incontro e la Regione per la disponibilità e il supporto a realizzare al più presto uno studio di fattibilità concreto, mettendo nero su bianco opere e costi necessari – dichiara il presidente del Comitato Paola Veglio –. Scopo principale del Comitato che riunisce istituzioni, aziende, associazioni di categoria e privati cittadini, è lottare concretamente per un deciso miglioramento della viabilità, non raddrizzando una curva, ma attraverso gallerie e viadotti che permettano un salto di qualità per tutta l’area a livello economico, turistico e sanitario. È problematico che oggi occorra oltre un’ora per raggiungere un punto di primo soccorso».