• Home »
  • Eventi »
  • Alba, si presenta il libro di Piero Barale ““L’Età della Pietra Verde” grazie a Italia Nostra
Alba, si presenta il libro di Piero Barale ““L’Età della Pietra Verde” grazie a Italia Nostra

Alba, si presenta il libro di Piero Barale ““L’Età della Pietra Verde” grazie a Italia Nostra

 

Nell’ambito delle manifestazioni culturali della “Fiera internazionale del Tartufo bianco d’Alba” anche quest’anno la sezione albese di Italia Nostra è presente con una propria iniziativa.

Si tratta della presentazione del libro dello studioso specialista Piero Barale “L’Età della Pietra Verde. Sulle tracce dei popoli neolitici del Piemonte sud-occidentale”, edito da “Araba Fenice”. La manifestazione pubblica avverrà giovedì 28 ottobre 2021, alle ore 21, nella sala conferenze dell’associazione culturale “Alec” (via Vittorio Emanuele II, n. 30, Alba), gentilmente concessa per l’occasione.

La pubblicazione di Barale si rivolge a coloro che desiderano intraprendere un viaggio di conoscenza spazio-temporale fra i popoli dell’età neolitica del Piemonte sud-occidentale. Pertanto è dedicata non solo agli studiosi, bensì ad appassionati di storia ed archeologia, agli studenti, a chiunque voglia apprendere nozioni pertinenti ad un’epoca tanto remota quanto interessante.

Si tratta di un “racconto storico” attraverso il quale l’autore ha cercato di descrivere, in modo accessibile, le esperienze di vita, le conquiste di quelle antiche genti che, genericamente, vengono considerate dell’“Età della pietra”. Pertanto si tratta di pagine che, attraverso svariate immagini, illustrano tracce delle culture neolitiche anche con le loro produzioni di materiali ceramici e con la creazione di svariati oggetti d’uso in pietra verde. Anche ad Alba sono avvenuti considerevoli rinvenimenti archeologici di quell’età remota, tra i quali uno inedito verrà presentato durante la conferenza del 28 ottobre.

Piero Barale, che sarà introdotto nella serata albese da esponenti di Italia Nostra e dell’associazione “Alec”, è nato a Fossano nel 1958. È autore di molte pubblicazioni specialistiche. Si occupa di Archeoastronomia dal 1990 ed è interessato particolarmente allo studio, nonché alla divulgazionedei siti di rilievo astro-archeologico dell’Italia nord-occidentale, collaborando pure con varie istituzioni culturali.