• Home »
  • Eventi »
  • Asti, firmato il protocollo di intesa del distretto urbano del commercio
Asti, firmato il protocollo di intesa del distretto urbano del commercio

Asti, firmato il protocollo di intesa del distretto urbano del commercio

 

Il sindaco di Asti Maurizio Rasero insieme ai “partner stabili” Confcommercio e Confesercenti, del Distretto Urbano del Commercio, ed ai “soggetti maggiormente rappresentativi” Agenzia Formazione Colline Astigiane, Associazione Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli Langhe Roero Monferrato, Asti Studi Superiori Società Consortile a Responsabilità limitata, Camera di Commercio di Alessandria-Asti, Cna Associazione Territoriale di Asti, Confartigianato, Consorzio Barbera d’Asti, Consorzio Tutela dell’Asti, Ente Turismo Langhe Monferrato Roero, Federazione Provinciale Coldiretti Asti, Federazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari di Asti, Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, Asti Servizi Pubblici Spa, Unione Industriale della Provincia di Asti, ha sottoscritto il “Protocollo di Intesa”, documento che verrà inviato alla Regione Piemonte il prossimo 13 novembre.

Questa iniziativa sancisce l’impegno dei partner e dei soggetti maggiormente rappresentativi del nostro Distretto per dare concretezza formale e poter avviare le attività future di politiche attive del commercio e riqualificazione urbana.

Il Primo cittadino, al momento della firma, ha dichiarato: «Oggi, un momento simbolico che vede insieme tutti i soggetti maggiormente rappresentativi pronti a confermare il loro impegno per il rilancio del commercio e dell’economia della città».

«Adesso siamo pronti per mettere in atto i progetti, grazie alla costituzione del nostro Distretto – continua l’Assessore al Commercio Marcello Coppo – sono stati, questi, mesi di intenso lavoro e progettazione che ci hanno permesso, dopo il riconoscimento del Distretto, avvenuto a giugno da parte della Regione, di strutturare il nostro programma strategico da qui al 2024 utile al rilancio di tutte le attività imprenditoriali e commerciali».