• Home »
  • Eventi »
  • All’Asta mondiale del Tartufo bianco D’Alba raccolti 457.300 euro per beneficenza
All’Asta mondiale del Tartufo bianco D’Alba raccolti 457.300 euro per beneficenza

All’Asta mondiale del Tartufo bianco D’Alba raccolti 457.300 euro per beneficenza

 

Domenica 14 novembre le mura del Castello di Grinzane Cavour hanno accolto la XXII edizione dell’Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba, tornata quest’anno in presenza, in collegamento con Hong Kong, Mosca, Singapore e Dubai.

Il grande appuntamento con la solidarietà – organizzato dall’Enoteca Regionale Piemontese Cavour, grazie al prezioso supporto della Regione Piemonte, dell’Enit – Agenzia Nazionale Italiana del Turismo, dell’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero, della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, del Centro Nazionale Studi Tartufo e dell’Ordine dei Cavalieri del Tartufo e dei Vini di Alba – ha dunque visto protagonista il Tuber magnatum Pico, il più prezioso tra i frutti della terra, conteso a colpi di rilanci internazionali che hanno visto raggiungere la ragguardevole cifra di 457.300 euro raccolti. In abbinamento i grandi formati dei vini dei produttori aderenti al Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani.

Ad aprire l’evento, i soprani Sang Eun Kim e Hyunjeong Lee, accompagnate dall’arpa di Elena Piva, sotto la direzione artistica del maestro Giuseppe Nova, in collaborazione con Alba Music Festival. Ad aggiudicarsi il lotto finale, con una trifola da 830 grammi, un imprenditore di Hong Kong amante dell’Italia, dove verrà prossimamente a sposarsi, per la ragguardevole cifra di 103.000 euro. In sala a Grinzane, messi all’incanto altri tre splendidi esemplari di Tartufo Bianco d’Alba, rispettivamente da 230, 250 e 400 grammi, aggiudicati a un imprenditore danese e due imprenditori italiani.

Degna di nota, in aggiunta, nell’ambito dell’iniziativa proposta dalla Fondazione Crc Donare, rappresentata dal vicepresidente della Fondazione Crc Ezio Raviola, l’assegnazione dell’ultimo lotto dell’Asta “Barolo en Primeur”, la barrique di nebbiolo numero quindici, dalla quale nel 2024 si ricaveranno circa 300 bottiglie di pregiato Barolo: a portare a casa la prestigiosa botte in rovere, per la cifra di 60.000 euro, un imprenditore di Hong Kong insieme alla moglie, con la quale attende il 2024 per personalizzare le controetichette.

A impreziosire i lotti proposti, anche tre maxi Panettoni “made in Piemonte”, due da 10 kg e uno da 20 kg, firmati da Albertengo, storica azienda di Torre San Giorgio (CN), che ogni anno produce un milione e mezzo di lievitati da ricorrenza. Massimo e Livia Albertengo hanno omaggiato gli ospiti delle sedi internazionali collegate con Grinzane Cavour con un tris di mini panettoni: all’albicocca, al Moscato e tradizionale glassato.

A condurre l’Asta, in sala a Grinzane Cavour, l’attore comico e conduttore Enzo Iacchetti, la presentatrice televisiva Caterina Balivo e il giornalista e curatore gastronomico Paolo Vizzari, alla presenza del presidente dell’Enoteca Regionale Piemontese Cavour Roberto Bodrito, del vicepresidente della Regione Piemonte Fabio Carosso e del presidente del Consorzio di Tutela Barolo, Barbaresco, Alba, Langhe e Dogliani Matteo Ascheri. Ospiti d’eccezione, Alessandro Campagna, oro olimpico e più volte campione del mondo con il Settebello, attualmente allenatore della nazionale italiana di Pallanuoto, Fulvio Marino, mugnaio ed esperto di panificazione, volto noto della TV, protagonista su Rai1 della trasmissione condotta da Antonella Clerici “È sempre mezzogiorno” e Martina Caironi, atleta paralimpica azzurra, fresca vincitrice di 2 medaglie d’argento ai Giochi di Tokyo, dopo gli ori di Londra e Rio, sul podio nello storico “trittico” tutto azzurro dei 100 metri piani di Tokyo, con Ambra Sabatini e Monica Contrafatto, che ha emozionato tutto il mondo. A sorpresa, presente in sala anche il pluripremiato attore hollywoodiano Stanley Tucci, nelle Langhe per la registrazione del documentario targato CNN “Stanley Tucci: searching for Italy”.