Alba, oltre 50.000 giovani agli spettacoli di Collisioni

Alba, oltre 50.000 giovani agli spettacoli di Collisioni

 

È stato un grande ritorno quello di Collisioni ad Alba, dal 9 al 17 luglio, con un’edizione che ha reso protagonisti i giovani in piazza e numeri mai raggiunti prima, dopo due lunghi anni di attesa per la chiusura dei concerti, delle attività sportive e scolastiche a causa dell’emergenza covid.

Oltre 50 mila ragazzi e ragazze hanno partecipato da tutta Italia per assistere alle 4 serate di festival in 2 differenti location. Protagonisti 10 grandi artisti ospiti, portavoce delle giovani generazioni: Blanco preceduto dal live di gIANMARIA, Pinguini Tattici Nucleari anticipati da La Rappresentante di Lista, e ancora Madame, Tananai, sangiovanni, Frah Quintale e Coez per la serata ‘Tutto Normale’ organizzata in collaborazione con Banca D’Alba, con oltre 5 ore non stop di live sul palco. Gran finale con Valerio Lundini accompagnato dalla band I Vazzanikki che ha chiuso in bellezza il festival, nella dimensione culturale del Teatro Sociale G. Busca di Alba, dopo i concerti avvenuti nella grande arena di Piazza Medford di Alba, vera novità di quest’anno.

Tantissimi i giovani che hanno partecipato all’edizione 2022, arrivati in Piemonte da tutta Italia: dal Lazio al Veneto, fino all’Abruzzo, passando per la Sicilia. Un grande happening musicale che ha festeggiato finalmente la prima vera estate di normalità dopo due anni di chiusure di concerti, scuole e attività ricreative e sport. Un evento che è diventato una cassa di risonanza per le nuove generazioni, dove i giovani hanno potuto esprimersi anche attraverso attività loro dedicate come installazioni artistiche, interviste, podcast e campagne fotografiche.

Grande ricaduta per l’intero territorio di Alba e anche di tutto il Piemonte, con un’edizione che è stata possibile grazie al sostegno dei partner consolidati di Collisioni.

Con la collaborazione di Fondazione Crc, che quest’anno ha compiuto trent’anni, è nato infatti il progetto speciale “La Generazione delle idee”, che ha permesso di coinvolgere nell’ambito del Progetto Giovani di Collisioni migliaia di studenti della Provincia di Cuneo attraverso laboratori e incontri in presenza insieme ai ragazzi a partire dal mese di marzo per la preparazione di videointerviste, workshop di fotografia, social e radioweb, per rendere protagonisti proprio gli under 30 all’interno delle giornate del festival.

Insieme a tutti partner e agli sponsor del festival, Collisioni vuole ringraziare infine tutto lo staff che ha collaborato al festival e che ha permesso la realizzazione di questa edizione 2022, dando appuntamento al prossimo anno per una nuova grande edizione.

Filippo Taricco direttore artistico di Collisioni Festival commenta: «Affrontare una nuova location, specie con numeri così stellari, è sempre un grande rischio perché, per quanto si ponderino le problematiche dall’anno precedente, quell’evento non si è ancora mai svolto. Per questo vincere questa sfida era doppiamente importante. Perché eravamo fermi da due anni sugli eventi di massa. E perché era la prima volta in quel luogo. Soltanto grazie al sostegno della prefettura, della questura e di tutte le forze dell’ordine, grazie a questo lavoro di squadra siamo riusciti nell’impresa, dimostrando le potenzialità di una nuova venue per gli spettacoli da grandi numeri che ad Alba e in provincia di Cuneo prima d’ora nella sua storia, non si erano mai svolti. Questo, credo, apre nuove prospettive anche in termini di differenziazione del turismo e di potenziamento di nuove fasce di pubblico italiano e straniero sul nostro territorio ancora tutte da scoprire. Ringrazio i nostri partner, privati e pubblici, senza i quali tutto questo non potrebbe mai avvenire».

Il sindaco di Alba Carlo Bo e l’assessore al Turismo, Manifestazioni ed Eventi Emanuele Bolla sottolineano: «Siamo molto soddisfatti per questa edizione di Collisioni: l’entusiasmo degli spettatori, il coinvolgimento di tanti giovani e la grande affluenza di pubblico in città ha portato un grande valore ad Alba, sia in termini di impatto turistico e commerciale, che in senso culturale e ricreativo per la città. Lo sforzo per realizzare questo grande evento è stato enorme, ma il risultato ripaga ampiamente il lavoro svolto in modo serio e determinato».

 

Foto Collisioni – Vincenzo Nicolello