Gio. Dic 8th, 2022

 

Alba avrà di nuovo il Corso di laurea in Infermieristica a partire dall’anno accademico 2022-2023. La Giunta guidata dal sindaco Carlo Bo ha riportato un importante servizio in città, con la prospettiva di fornire nuove opportunità di formazione e occupazione per i giovani del territorio e formare personale a disposizione dell’Asl Cn2 e dell’ospedale Michele e Pietro Ferrero di Verduno. La scuola aperta nel 2004 ad Alba, in località Piana Biglini, era stata chiusa nel 2017 per decisione dell’Università del Piemonte orientale di cui fa parte.

Per il primo anno il Corso di laurea si terrà temporaneamente nella Casa della Salute di Alba; seguirà, poi, un trasferimento nella sede definitiva, messa a disposizione dal Comune di Alba nel complesso della Maddalena.

Il progetto prevede il recupero di una porzione dell’immobile al primo piano con affaccio su via Vittorio Emanuele II (via Maestra). Si accederà dalla scala di destra accanto alla Biblioteca dove è previsto un nuovo ascensore. Su una superficie di circa 1.000 metri quadri ci saranno: tre aule da 50 posti, un’aula informatica da 18 posti, una sala simulazione da 30 posti, due blocchi di servizi igienici, due uffici, reception, due aule studio da 20 e 32 posti, oltre ai locali accessori. Per i lavori è prevista la somma di 720 mila euro interamente finanziata dai fondi Pnrr: una notizia positiva che, però, ha allungato leggermente i tempi per l’avvio del cantiere.

Il Corso di laurea in Infermieristica è a numero programmato. I requisiti di accesso sono il possesso di un diploma di scuola media superiore e il superamento di una prova di ammissione. Per l’Ateneo del Piemonte Orientale la prova si terrà a Novara in via Perrone 18 giovedì 15 settembre 2022, ma sarà possibile esprimere la preferenza per la sede di Alba. Tutte le informazioni per l’iscrizione alla prova d’ammissione sono reperibili all’indirizzo https://scuolamed.uniupo.it.

La durata del corso di studi in infermieristica è di 3 anni. Le attività didattiche sono articolate in 180 Cfu complessivi, di cui almeno 60 da acquisire in attività formative volte alla maturazione di specifiche capacità professionali. Le sedi dei tirocini saranno l’ospedale Michele e Pietro Ferrero a Verduno e altre strutture territoriali aziendali.

«E’ davvero una grande soddisfazione poter annunciare la riapertura del Corso di laurea già a partire dal prossimo anno accademico – dichiara il sindaco Carlo Bo -. Il percorso di studi è stato apprezzato e scelto sin dalla sua apertura. Sono certo che la nuova localizzazione nel centro storico sarà un ulteriore stimolo alle iscrizioni, mi auguro anche per tanti ragazzi del territorio che avranno sicuramente ottime possibilità non solo di lavorare, visto che è una professione molto richiesta, ma di farlo all’interno dell’ospedale di Verduno, con ricadute positive per la nostra zona».

 

Nella foto il progetto della sede del corso di laurea nel Complesso della Maddalena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.