Ven. Dic 2nd, 2022

 

Sabato 1° ottobre si è svolta la prima parte del Palio degli asini di Alba, con le rievocazioni storiche dei nove borghi albesi, anticipate dall’investitura del Podestà, che non era stata rinviata sabato scorso a causa del maltempo.

È stata la prima volta per il concorso in notturna, anche se già lo scorso anno i borghi avevano proposto le scene nello stesso modo, ma senza la contesa. Sabato sera invece c’è stato il ritorno alla competizione che ha visto tutti i nove borghi in gara con scene preparate nel corso dell’anno in maniera meticolosa dai volontari.

Ha vinto il Borgo di San Lorenzo come già numerose volte in passato. Ha proposto il passaggio di San Francesco D’Assisi nelle Langhe con una rappresentazione allegorica molto spettacolare del Cantico delle creature. Secondo classificato il Borgo di San Martino, terzo quello di Santa Barbara.

In generale è stata una serata molto bella con messe in scena altamente spettacolari che hanno entusiasmato il pubblico sugli spalti, grazie all’impegno degli oltre 500 figuranti coinvolti. Gli spettatori hanno potuto seguire nel migliore dei modi il programma grazie alla indicazioni contenute nella rivista della Giostra delle cento Torri edita da Im.com e presente su tutte le sedute.

Moretta ha presentato il matrimonio fra Ludovico De’ Braida e Violante di Busca; San Martino una scena allegorica sulla Città delle dame; Patin e Tesor un altro matrimonio (drammatico) fra Giovanna e Andrea D’Angiò; il Fumo, il racconto leggendario del Castello della Volta; Santa Rosalia, la lotta allegorica fra il bene e il male, angeli e demoni; Santa Barbara l’ascesa di Giacomo Falletti, che grazie ai suoi prestiti riesce a mettere le mani sul feudo di Barolo, ceduto da Alba; Rane ha proposto il contagio della peste ad Alba nel 1347 e infine Brichet la cultura del vino nel medioevo.

Per la prima volta il pubblico ha potuto dare il suo voto contribuendo al giudizio finale insieme alla giuria nominata dalla Giostra delle Cento Torri, con la presenza di giornalisti e esperti. Una bella serata in attesa della corsa degli asini del giorno successivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.