• Home »
  • Eventi »
  • Asti, sabato di pulizia del territorio, troppi i rifiuti trovati
Asti, sabato di pulizia del territorio, troppi i rifiuti trovati

Asti, sabato di pulizia del territorio, troppi i rifiuti trovati

 

Si è tenuta sabato 23 marzo ad Asti “Puliamo Insieme!”, seconda edizione della manifestazione ambientale rivolta ai comuni della Provincia astigiana per l’organizzazione di una giornata di pulizia sul proprio territorio. Asti, che già vanta un’adesione “storica” all’altra manifestazione nazionale di settembre “Puliamo il Mondo” non ha mancato l’appuntamento per le pulizie di primavera.

I punti di pulizia sono stati articolati in diverse zone con vari soggetti ed associazioni aderenti per un totale di cinque siti diversi e più di settanta persone. Cittadini e ecovolontari comunali hanno ripulito il piazzale ex Ibimei e strada Pontesuero fino allo scavalco della tangenziale. Qui si è potuto constatare quanto sia grave il malcostume di gettare rifiuti giù dalla tangenziale sulle scarpate laterali. Sono stati rimossi con difficoltà centinaia di rifiuti minuti e inquinanti quali le plastiche, ma non sono mancati mobili ed il cofano di una macchina. Particolarmente sporca la via Assauto che conduce ad una discoteca, costellata di bottigliette e lattine. È purtroppo ovvio da dove derivano questi rifiuti.

Grande operazione di pulizia del Comitato di Quartiere “M.T. di Calcutta”: il quartiere, Strada Caramagna e Strada Valgera, con il supporto del Circolo Gaia Legambiente Asti. Purtroppo molti i sacchi riempiti, soprattutto sulla Strada Caramagna, compreso il rinvenimento di un televisore nel fosso. L’associazione Volontari di Protezione Civile “Città di Asti”, mettendo a disposizione mezzi adeguati, si è assunta la pulizia di due zone particolarmente difficoltose anche come tipologia di rifiuti di grosse dimensioni in zona Revignano adiacenze Borbore e Valleversa. Infatti i maggiori quantitativi di rifiuti arrivano da quella zona, che sarà ancora oggetto di un intervento integrativo in zona cimitero di Revignano.

L’Associazione “Progeo – Protezione Civile Geometri Asti” ha ripulito le scarpate laterali delle rampe tangenziale da zona Via Maggiora a Pontesuero, dove si è rivelato lo stesso problema dei rifiuti lanciati giù dalle scarpate, compresa una situazione molto pesante in via Torchio con una casa privata “assediata” a causa di questo problema. Poi zona Versa, con rifiuti anche nell’alveo.

Non ha voluto mancare all’appuntamento l’Ana – Associazione Nazionale Alpini Sez. di Asti con una pulizia straordinaria del Parco Rio Crosio, dove gli alpini hanno approfittato dell’occasione per rimuovere anche le ramaglie .

Alla fine della giornata sono stati raccolti un totale di 5,5 t di rifiuti. A parte gli ingombranti, è stato veramente sconfortante constatare l’enorme quantità di piccoli rifiuti rinvenuti, quali bottigliette di plastica, di vetro, lattine ecc.. Le operazioni hanno visto il supporto di ASP per la rimozione dei rifiuti raccolti.

Anche il sindaco Rasero che ha portato ad alcuni volontari il suo saluto, nel ringraziarli per l’impegno con cui si prodigano per iniziative di questo tipo, ha dichiarato: «Giornate come queste consentono di sensibilizzare i cittadini sull’importanza del ruolo di ognuno di noi nella causa ambientale e credo che l’ampia partecipazione dei miei concittadini sia veramente un buon esempio di cittadinanza attiva».