• Home »
  • Eventi »
  • Cattedre della salute, l’informazione medica attraverso l’immersione nella natura
Cattedre della salute, l’informazione medica attraverso l’immersione nella natura

Cattedre della salute, l’informazione medica attraverso l’immersione nella natura

 

Parte il progetto “Cattedre ambulanti della Salute” con un’edizione organizzata in collaborazione tra Azienda sanitaria locale CN2, Compagnia & Rete del Buon Cammino e Acli provinciali.

Si tratta di percorso in cui “Sanità e Natura si incontrano”, per favorire l’interazione tra medici e cittadini per promuovere la salute.

Attraverso camminate su sentieri distribuiti sul territorio delle langhe si parlerà di educazione sanitaria finalizzata alla prevenzione di patologie croniche con cui sempre più frequentemente ci dobbiamo confrontare in relazione ai nuovi stili di vita.

«L’Asl ha tra i suoi principali mandati quello di mettere in atto azioni di prevenzione per il benessere della popolazione – afferma il direttore generale dell’Asl CN2 , Massimo Veglio –. Il nuovo ospedale in questo periodo si sta prendendo buona parte della scena mediatica ma noi dobbiamo operare affinchè i servizi sul territorio funzionino al meglio nella loro mission di vicinanza e attenzione alle persone. Questa iniziativa, che coinvolge anche le associazioni e il terzo settore ci permette di raggiungere il maggior numero di persone per trasmettere loro contenuti di salute e corretti stili di vita».

«Quella delle cattedre della salute è un‘esperienza che arriva da lontano – racconta Ermanno Bressi, presidente della rete del Buon Cammino –. E prende i passi da quelle che un tempo erano le Cattedre dell’Agricoltura usata per promuovere i prodotti del territorio. La nostra iniziativa coinvolge ormai 50 comuni tra Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, e mette in movimento centinaia di persone su percorsi facili della durata di tre/quattro ore con una sosta per il pranzo. In questo modo – conclude Bressi – cerchiamo di avvicinare il cittadino al sistema sanitario così da renderlo consapevole di quello che l’Istituzione mette sua disposizione per mettere in atto corretti stili di vita».

Il primo incontro è fissato domenica 9 giugno a Treiso e sarà dedicato al tema: “I vasi sanguigni ci servono: trattiamoli bene”; relatori saranno Fulvio Pomero; e la dottoressa Sara Casalis. I successivi sono programmati a partire da settembre.