• Home »
  • Eventi »
  • A Castagnole il Festival Contro, fra storici musicisti e giovani emergenti
A Castagnole il Festival Contro, fra storici musicisti e giovani emergenti

A Castagnole il Festival Contro, fra storici musicisti e giovani emergenti

 

Sta per partire uno dei festival musicali più attesi del territorio, il Festival Contro di Castagnole Lanze, che ogni anno porta nel paese grandi nomi della scena musicale italiana, fra vecchie glorie e giovani emergenti. La rassegna partirà venerdì 23 agosto, per concludersi domenica 1° settembre, con un calendario intenso che include tutte le serate in piazza San Bartolomeo.

Venerdì 23 agosto si scalda l’ambiente con una serata dedicata alla disco music, un po’ fuori dagli schemi rispetto al tradizionale palinsesto della rassegna. L’area spettacoli in piazza San Bartolomeo si trasformerà in una discoteca all’aperto. Ad animare la festa, direttamente da radio Deejay, Molella e Fargetta faranno ballare i tantissimi presenti, ripercorrendo la storia della musica dance internazionale.

Il primo ospite di nome della rassegna si esibirà sabato 24 agosto si tratta di Capo Plaza, protagonista della scena rap italiana che ha inserito l’appuntamento di castagnole all’interno di un tour che lo porterà nelle principali località di vacanza italiane, ma anche a Barcellona. Diventato celebre per il brano d’esordio a soli 15 anni pubblicato attraverso il suo canale You tube intitolato Sto giù, nel 2016 ha pubblicato insieme a un altro rapper Peppe Soks l’album “Sulamente Nuje”. Nel 2018 è uscito l’album “20”, che ha raggiunto la vetta delle classifiche “Fimi”, il successo è stato anche confermato dal buon riscontro per i singoli “Non Cambierà mai” e “Tesla”, realizzato in collaborazione con Sfera Ebbasta e Drefgold. Ha anche collaborato con altri artisti italiani come Emis Killa, e Gué Pequeno.

Domenica 25 agosto sarà protagonista la musica un po’ più tradizionale, non dopo aver ottimamente mangiato. A partire dalle 20 è in programma la cena sotto le stelle con piatti dedicati alla tonda gentile, abbinati ai migliori vini dei produttori Castagnolesi. Alle 21 il concerto di Camilla Musso da Xfactor 2018. Infine A partire dalle 23 saranno protagonisti “I Divina” che attraverso brani storici a partire dagli anni ’80 faranno scatenare in pista i numerosi partecipanti.

L’ultimo lunedì di Agosto, il 26, sarà dedicato a un appuntamento atteso nel calendario delle celebrazioni di Castagnole: la Fiera della Nocciola. Si tratta di una giornata che quest’anno arriva alla 160ª edizione, dedicata alla tonda gentile, la specialità che coltivata sulle nostre colline. Nel corso della giornata si potranno degustare piatti a lei dedicati. La serata invece sarà sopratutto apprezzata dagli amanti di valzer, mazurca, polca, tango e altri balli con la musica di Luigi Gallia, uno dei miglior interpreti del ballo liscio che ha fatto la storia in Piemonte. A mezzanotte l’attesa elezione di miss San Bartolomeo 2019.

Martedì 27 agosto si esibirà un gruppo ben noto agli appassionati di musica d’autore. I Lou Dalfin porteranno la tradizione occitana, rivisitata col loro stile. Il gruppo è nato nel 1982 a Caraglio e da allora è diventato il celebre portabandiera delle cultura delle valli occitane non solo in Italia. Infatti il gruppo a partecipato a importantissime rassegne internazionali in Francia, Spagna o ovviamente in Italia. Nel 2004 hanno ricevuto il “Premio Tenco”, massimo riconoscimento italiano dedicato alla musica d’autore, per il miglior album in dialetto, sono stati numerosi gli album in studio, l’ultimo dei quali “Musica endemica”, pubblicato nel 2016. La notte del 26 agosto Sergio Berardo i gli altri componenti della band si impossesseranno del palco con i tipici suoni della ghironda, il ritmo della batteria e le note di flauti, fisarmonica e chitarra per una speciale “Notte occitana”.

Mercoledì 28 agosto sarà il momento di uno dei piatti forti di questa rassegna, si esibirà infatti un gruppo che ha fatto la storia del rock italiano, la Pfm (Premiata Forneria Marconi). Uno dei celebri gruppi di rock progressivo degli anni ’70, insieme al Banco del Mutuo soccorso, Pooh, New Trolls, Le Orme e altri, sono stati gli unici a ottenere il successo fuori dai confini nazionali. Sono nati da un quintetto denominato “Quelli” noti negli anni Sessanta per la qualità delle loro esecuzioni, poi nel 1970 la trasformazione nel gruppo dei Krel e infine la vera e propria Pfm con il numero dei componenti che nel corso degli anni è progressivamente cambiato e che oggi conta Franz Di Cioccio, Patrick Dijvas, Lucio Fabbri, Roberto Gualdi, Alessandro Scaglione, Marco Sfogli e Alberto Bravin. Il primo disco risale al 1971 con all’interno uno dei loro brani più celebri, “Impressioni di settembre”. Il successo internazionale arrivò a metà degli anni ’70 in Inghilterra, Stati Uniti, Giappone, il complesso entrò nella classifica della celebri rivista statunitense Billboard.

Risale al 1978 il celebre tour con Fabrizio De André, con cui avevano già più volte collaborato e che ha dato vita a una fortunata coppia di album live. Gli anni Ottanta sono stati ancora caratterizzati da successi, ma anche da un periodo di declino che li spinse a smettere l’attività dopo il 1987. Dieci anni dopo il ritorno a un lavoro inedito: l’album “Ulisse” e all’attività musicale degli anni successivi al 2000. Certamente un gruppo che vale la pena di essere ascoltato dal vivo, autore di musica di altissima qualità.

La sera successiva si torna alla musica delle giovani generazioni con il duo “Coma_Cose”. Il concerto si inserisce all’interno del loro “Hype Aura tour” che li porterà a cantare in tutta Italia e anche a Budapest in Ungheria. I componenti sono Fausto Zanardelli, cantante, cantautore e polistrumentista che ha studiato uno stile fatto di rap, pop, suoni elettronici. A partire dal 2017 con lo pseudonimo di Fausto Lama ha dato vita al duo con la compagna California. Il duo, lo stesso anno è entrato nel collettivo musicale “Asian Fake”. I due album pubblicati dal duo sono “Inverno ticinese” del 2017 e “Hype Aura” uscito quest’anno. La loro musica così particolare sta riscuotendo grande successo su Internet e la loro esibizione live sarà certamente di grande effetto.

Venerdì 30 agosto notte di attesa prima del grande appuntamento di sabato con i Nomadi. Si prepara la “Notte Nomade” con le attività commerciali e i locali che resteranno aperti tutta la serata . Si potranno degustare piatti tipici del territorio, degustare i vini della Bottega del vino, sorseggiare ottime birre. La musica protagonista, lungo le vie e le piazze del paese con cover band, dj set, balli latino/americani, spettacoli di ogni genere. Nell’area spettacoli di piazza San Bartolomeo, ci sarà una bella serata dance con gli Explosion che chiuderanno la speciale notte.

Sabato 31, l’ultima notte d’agosto è quella dell’evento tanto atteso. I nomadi tornano a Castagnole con il Concerto numero 45. Sarà davvero un evento speciale, una serata divisa in due parti, la prima che prenderà il via alle 18.30 e la seconda che partirà alle 21.30. Il prezzo del biglietto e unico e costerà 20 euro per assistere a quattro ore di canzoni che ripercorreranno la storia della band italiana più longeva, nata nel 1963. Il concerto coincide sempre con il raduno dei fan club di tutta Italia per un appuntamento davvero imperdibile.

La chiusura della rassegna è affidata domenica 1° settembre con Andrea Pucci, comico cabarettista, attore e conduttore televisivo, gradito ritorno a Castagnole. Proporrà il suo nuovo spettacolo “In… Tolleranza 2.0” accompagnato dalla esplosiva Zurawski Live Band.

Come sempre alla fine di agosto il Festival Contro di Castagnole è sinonimo di grande musica dal vivo sul territorio.

 

Foto di Cristina Saglietti