• Home »
  • Eventi »
  • Alba, i grandi chef protagonisti alla Fiera del Tartufo nel fine settimana di fine ottobre
Alba, i grandi chef protagonisti alla Fiera del Tartufo nel fine settimana di fine ottobre

Alba, i grandi chef protagonisti alla Fiera del Tartufo nel fine settimana di fine ottobre

 

Il programma del lungo fine settimana della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba si apre giovedì 24 ottobre con la prima delle due Ultimate Truffle Dinner di questa edizione: con gli chef Francesco Oberto e Andrea Ferrucci. Il fortunato format di charity dinner che abbina in un evento esclusivo il Tartufo Bianco d’Alba con elementi unici e preziosi della cucina internazionale torna in Sala Beppe Fenoglio per contribuire al progetto “Breathe the Truffle”, la campagna di crowdfunding per salvaguardare l’ambiente naturale del Tartufo Bianco d’Alba.

Ricchissimo il calendario dell’”Alba Truffle Show” il luogo dove eventi culturali ed enogastronomici esaltano il Tuber magnatum Pico e le eccellenze dell’enogastronomia italiana ed internazionale.
Per i Foodies Moments del weekend sono attesi alcuni fra più straordinari chef del panorama nazionale. Sabato 26 ottobre alle 11 il protagonista è Chef Flavio Costa (Stella Michelin) per un piatto al Tartufo Bianco d’Alba che si esalta con la sua cucina calda, moderna, istintiva, lineare e immediata. Alle 18 è la volta dello show cooking di Gabriele Torretto. All’Alba Truffle Show realizzerà un piatto frutto della ricerca e sperimentazione tra piatti della tradizione e futurismo.
Domenica 27 alle 11 dà il via al programma di giornata lo show cooking di Luca Zecchin (stella Michelin), allievo niente meno che di Lidia Alciati, uno chef che sposa le suggestioni contemporanee con i classici della tradizione piemontese.

Le montagne di Sestriere e della Via Lattea saranno l’ospite d’onore dell’Alba Truffle Show domenica 27 alle 16. Nell’incontro di Sala Beppe Fenoglio sarà infatti presentato il cammino di sinergia, ideato dall’Associazione Qualitaly e dal portale web LangheRoeroMonferrato.net, in cui le montagne olimpiche si presenteranno e avvieranno la collaborazione con le perle e le offerte delle nobili colline piemontesi, ricordando al tempo stesso le straordinarie proposte turistiche, enogastronomiche e sportive che si tengono a poco più di un’ora di viaggio da Alba. Obiettivo dell’incontro, accompagnato dalla presenza di grandi campioni dello sport, sarà un focus sulle grandi manifestazioni sportive internazionali che animeranno l’area a gennaio 2020.

Luca Zara, alle 18, occupa la cucina di Sala Beppe Fenoglio “ per imparare, per insegnare, per nutrirsi, per divertirsi e per divertire”. Docente, formatore, tutor e coach (anche per studenti stranieri) presso il Centro Europeo di Formazione di Novara, è membro dell’Associazione Cuochi della Mole. Sabato 26 ottobre alle 15 all’Alba Truffle Show ospite il primo di tre appuntamenti dedicati al riso con il workshop a cura del Consorzio di Tutela della DOP Riso di Baraggia Biellese e Vercellese.
Domenica 27 ottobre alle 15 l’Alba Truffle Show apre le porte alla presentazione del libro dello chef Carlo Zarri “Da Sophia a Michelle”: un viaggio dove ricette, personaggi e aneddoti si fondono e si trasformano in racconti e dove l’autore ripercorrendo alcuni dei suoi “incontri” più importanti ci accompagna e fa rivivere le sue esperienze più “interessanti”.
Quattro olimpiadi, Milano Expo 2015, gli incontri con e le ricette create per Sofia Loren, Giorgio Armani, Alberto Tomba o Michelle Obama, solo per citarne alcuni, vengono raccontati con dovizia di particolari.
Alle 17.30 la sala workshop ospita l’appuntamento con Olio EVO Tasting Experience, uno dei più apprezzati fra i nuovi appuntamenti dell’edizione 2019 della Fiera. Con la guida di Michela Becchi del Gambero Rosso l’esperienza si intitola La forza del sole che esplora gli olii del profondo Sud.
L’Alba Truffle Show è anche lo spazio dedicato alle Analisi Sensoriali del Tartufo: con la guida di un giudice di Analisi Sensoriale del Centro Nazionale Studi Tartufo, l’occasione per scoprire i segreti del più celebre fungo al mondo tra degustazioni olfattive, test e prove pratiche. Sabato alle 11 e alle 15 e domenica alle 11 (biglietti e prenotazioni sul sito fieradeltartufo.org).

Per gli appassionati dei vini del territorio di Langhe, Roero e Monferrato è possibile partecipare alle Wine Tasting Experience® organizzate in collaborazione con “Strada del Barolo e grandi vini di Langa”, un’originale formula di degustazione dedicata alla scoperta dello straordinario patrimonio vitivinicolo del territorio. Ogni sabato alle 17.30 e la domenica alle 15.30 nella Sala Workshop del Cortile della Maddalena.
Il Cortile della Maddalena apre le sue porte, come ogni fine settimana dalle 9.30 alle 19.30, al Mercato Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba. Protagonista assoluto il Tuber magnatum Pico, portato al Mercato dai trifulau del territorio e certificato ogni mattina dai giudici del Centro Nazionale Studi Tartufo. Ma non solo: il pubblico del Mercato Mondiale (biglietto di ingresso euro 4,00 – con degustazione di vini inclusa euro 13,50) può scoprire grazie alla rassegna AlbaQualità il panorama completo dell’offerta gastronomica e vitivinicola piemontese.
Domenica 27 ottobre dalle 9 alle 20, per le vie e le piazze di Alba anche il Mercato ambulante della Fiera. In Piazza Costanzo Bubbio, antistante l’ex Tribunale,  l’occasione di acquistare direttamente dai produttori con il Mercato Km 0 di Campagna Amica e infine Piazza San Paolo si trasforma in Piazza dei Sapori.
Nella bella struttura del Salotto dei Gusti e dei profumi di Piazza Risorgimento, sabato e domenica dalle 10 alle 19.00, “L’Italia dei formaggi” in collaborazione con ONAF – Organizzazione Nazionale degli Assaggiatori di Formaggio. Il meglio della produzione piemontese accoglie il visitatore attraverso esperienze sensoriali, laboratori e percorsi didattici. Ancora una volta il Salotto di Piazza Risorgimento vedrà la collaborazione tra Onaf ed il Consorzio di Tutela del Formaggio Murazzano Dop, che nel weekend sarà proposto in assaggio durante tutto l’orario della Fiera. Alle 12 e alle 17 di sabato e di domenica, si terranno momenti di degustazione guidata, gratuiti e su prenotazione. I docenti dell’Onaf presenteranno il Silter ed il Nostrano Valtrompia, dalla Lombardia, il Piave, dal Veneto, e il Ragusano, dalla Sicilia. Infine, ritorno in Piemonte, ma nell’estremo nord, da cui proviene il Bettelmatt, prodotto agricolo tradizionale (Pat). Formaggi diversi in quanto a latte, tecnologie di produzione, profumi ed aromi.
Sabato e domenica in Piazza Falcone dalle 9.30 alle 19.30 torna anche il Mercato del Cibo Artigiano di Confartigianato Imprese Cuneo, un padiglione di circa 300 mq in cui si presentano le imprese “eccellenti” dell’importante settore agroalimentare della provincia Granda.
Appuntamento consueto del periodo della Fiera, sabato 26 dalle 17 alle 24 e domenica 27 ottobre dalle 10 alle 19 in Piazza Risorgimento, con “A.M.A. La carne” Festival della fassona battuta al coltello. Promosso dall’Associazione Macellai Albesi, l’Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba e l’Associazione Commercianti Albesi, in collaborazione con il Borgo della Moretta, il festival celebra la carne fassona piemontese in tutte le sue forme offrendo l’occasione per una prelibata degustazione.
Domenica 27 ottobre parte alle 9 da Piazza Duomo e Piazza Rossetti ad Alba la decima edizione la grande Ecomaratona del Barbaresco e del Tartufo Bianco d’Alba il cui percorso attraversa il parco fluviale del Tanaro e i sentieri di Fenoglio, le colline di Barbaresco e la sua magnifica torre panoramica, il borgo antico di Neive e le Rocche dei Sette Fratelli di Treiso.

 

Foto Giorgio Perottino – Gerry images