• Home »
  • Eventi »
  • In provincia di Asti palinsesto culturale sul web per superare l’emergenza sanitaria
In provincia di Asti palinsesto culturale sul web per superare l’emergenza sanitaria

In provincia di Asti palinsesto culturale sul web per superare l’emergenza sanitaria

 

Ad aiutarci ad affrontare questi giorni di emergenza sanitaria che ci costringono a restare a casa e a passare fra le quattro mura gran parte delle nostre giornate, ci pensa il sito internet www.astigov.it. Nato come portale web istituzionale della Provincia di Asti, si propone di fornire servizi ai Comuni della Provincia di Asti, a cittadini e imprese. In questa fase sta promuivendo un’iniziativa per aiutare tutti a trascorrere in casa il tempo attraverso programmi di cultura locale. Si tratta di “#InPuntadiCiabatte”, il nuovo servizio d’intrattenimento on-line “a domicilio”, promosso dalla redazione di Astigov su impulso della Provincia di Asti, ente promotore del progetto.

Con “#InPuntadiCiabatte”, che s’inserisce nell’iniziativa a carattere nazionale #andratuttobene, saranno proposti momenti musicali, educativi, culturali, enogastronomici e di motricità rivolti a tutte le fasce di età: dai bambini più piccoli a quelli in età scolare, dagli adolescenti agli adulti.

Spiega Marco Lovisolo, consigliere provinciale con delega al progetto Astigov: «Siamo convinti che passare del tempo diversificando le nostre ore possa aiutarci a far passare il messaggio più importante, che è quello di stare in casa. Restare a casa non è solo un obbligo ma un atto di civiltà a favore della vita di tutti. Oltre agli artisti e i volti noti che hanno già generosamente assicurato la loro adesione, l’invito è esteso a tutti coloro – anche non professionisti – che si sentano di condividere con la collettività un momento di svago e intrattenimento. Insieme ce la faremo e noi siamo già pronti a giocare la nostra parte».

Sulla stessa linea il presidente della Provincia di Asti, Paolo Lanfranco: «La Provincia di Asti, grazie ad Astigov, affianca alla corretta e puntuale informazione un servizio innovativo e a costo zero per i cittadini: laviamo le mani e le menti dai pensieri negativi, andrà tutto bene per davvero, nel frattempo viviamo queste giornate di pausa forzata come un momento di raccoglimento con le nostre famiglie e rigorosamente #InPuntaDiPiedi».

Tra i protagonisti che hanno aderito all’iniziativa, realizzata in particolar modo grazie al prezioso contributo organizzativo offerto dalle amministrazioni comunali di Castagnole delle Lanze e Rocchetta Tanaro ci sono Massimo Barbero (attore teatrale); Diego Bongiovanni (chef); Davide Ruffinengo (video racconti per bambini); Federica Casciato (racconti e favole per bambini in lingua inglese); Erik Dogliotti (presidente Bottega del vino di Castagnole delle Lanze); Beppe Sardi (chef); Banda della Città di Nizza; Arianna Orma (pillole di lingua e cultura cinese); Mario Nosengo (attore teatrale); Serena Schiavinato (laboratorio musicale); Gianfranco Mogliotti (scrittore giornalista); Paolo Tomalino (cantante); Alessandro Fantino (cantante); Perfec7 Coaching (consigli pratici e allenamenti con i professionisti della palestra); Antonia Saponara (laboratori di artigianato); Elena Zo (associazione culturale Imparamare, attrice, lettrice per piccini e non solo, danzatrice, coreografa, insegnante di danza); Alessandro Sorce (musicista); Forme Sonore (ass. di promozione sociale); Alessandro Borio (docente); Compania ‘Dla Baudetta (teatro); Susanna Baldissera (parrucchiera); Bruna Carossa (titolare erboristeria); Marianna Bonansone (performer).

Il palinsesto parte dalle 9.30 per concludersi alle 17.30 con video di durata variabile con protagonisti coloro che hanno aderito all’iniziativa. Un’occasione per scoprire e riscoprire anche la cultura locale.

Dal punto di vista dei numeri l’aggiornamento relativo all’emergenza sanitaria indica, nella serata di ieri, domenica 29 marzo, in 75 (+21 rispetto al giorno pirma) il numero complessivo di pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia: 5 in provincia di Alessandria, 10 in provincia di Asti, 1 in provincia di Biella, 11 in provincia di Cuneo, 7 in provincia di Novara, 26 in provincia di Torino, 9 in provincia di Vercelli, 3 nel Verbano-Cusio-Ossola, 3 provenienti da altre regioni. Altri 212 sono “in via di guarigione”, cioè risultati negativi al primo tampone di verifica dopo la malattia e attendono ora l’esito del secondo.

Sono 72 i decessi di persone positive al test del “Coronavirus Covid-19” comunicati questo pomeriggio dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte: 14 in provincia di Alessandria, 2 in provincia di Asti, 4 in provincia di Biella, 9 in provincia di Cuneo, 10 in provincia di Novara, 23 in provincia di Torino, 4 in provincia di Vercelli, 4 nel Verbano-Cusio-Ossola, 2 provenienti da fuori regione, Il totale complessivo è ora di 734 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi su base provinciale: 155 ad Alessandria, 32 ad Asti, 68 a Biella, 50 a Cuneo, 103 a Novara, 236 a Torino, 32 a Vercelli, 45 nel Verbano-Cusio-Ossola, 13 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte.

Infine sono 8.461 le persone finora risultate positive al virusa nella nostra regione: 1.266 in provincia di Alessandria, 385 in provincia di Asti, 467 in provincia di Biella, 613 in provincia di Cuneo, 715 in provincia di Novara, 4.012 in provincia di Torino, 442 in provincia di Vercelli, 363 nel Verbano-Cusio-Ossola, 80 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 118 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. I ricoverati in terapia intensiva sono 446. I tamponi diagnostici finora eseguiti sono 24.782, di cui 14.657 risultati negativi.