• Home »
  • Eventi »
  • Castagnole delle Lanze, un anno di impegno per affrontare la crisi e non solo
Castagnole delle Lanze, un anno di impegno per affrontare la crisi e non solo

Castagnole delle Lanze, un anno di impegno per affrontare la crisi e non solo

 

Pubblichiamo a puntate qui sul web, vista la mole del servizio, lo speciale dedicato a Castagnole delle Lanze, uscito sull’ultimo numero della nostra rivista cartacea, prima puntata della rubrica “Paese che vai … vino che trovi!”. Iniziamo con l’intervista al sindaco Carlo Mancuso, sulle attività dell’Amministrazione nell’ultimo anno e sui progetti futuri. Buona Lettura.

 

Come tanti Comuni in Piemonte e in generale in Italia anche quello di Castagnole Lanze ha lavorato alacremente per fronteggiare l’emergenza sanitaria che ha costretto tante aziende e negozi alla chiusura (si spera temporanea), in attesa del ritorno alla normalità. Per l’Amministrazione comunale di Castagnole Lanze l’anno trascorso fra la scorsa primavera è stato molto faticoso, ma affrontato con impegno e dedizione.

Ce lo ricorda lo stesso sindaco Carlo Mancuso: «Lavoro con una squadra, la giunta comunale, molto affiatata. A partire dal vice sindaco Mario Coppa, che si occupa anche del bilancio, Agricoltura e Ambiente e poi Francesco Guerra con l’importante delega ai lavori pubblici. A Elisabetta Stella spetta la compentenza su Turismo e promozione del territorio. Infine questo è stato un periodo molto faticoso per Mariagrazia Rosso che ha la competenza ai servizi sociali. Anche con la minoranza possiamo dire di avere un buon rapporto, sempre nel rispetto della distin zione dei ruoli, portato avanti soprattutto dalle commissioni. Purtroppo la crisi economica legata al Coronavirus ci ha impegnato molto. Con i contagi abbiamo avuto alti e bassi. Purtroppo ultimamente siuamo arrivati anche ad avere 40 positivi, che però sono man mano diminuiti. Qui a Castagnole è stato anche attivato un centro per le vaccinazioni presso il il Salone parrocchiale di San Bartolomeo. Siamo riusciti a vaccinare tutti gli ultraottantenni e ora si sta procedendo con la fascia di età fra 70 e 80 e si proseguirà con quella fra i 60 e i 70. Abbiamo anche lavorato per migliorare per quanto possibile la situazione di cittadini e aziende in difficoltà a causa del Covid-19. Come Comune abbiamo organizzato dei contributi per le imprese colpite dalla crisi in aggiunta agli aiuti messi a disposizione da Governo e Regione, attingendo da fondi comunali».

Ma se il Covid è stato il principale problema che ha dovuto affrontare l’Amministrazione di castagnole Lanze nel corso di un annon veramente molto difficili non è stata certo trascurata la programmazione e i lavori nell’ottica di una futura prossima ripresa economica e delle attivgità, soprattutto quelle legati al turismo e alle produzioni agroalimentari di qualità.

Continua il primo cittadino: «Nella parte bassa del paese, in frazione San Bartolomeo, è stato realizzato un nuovo supermercato, che era già presente in paese, ma in un’altra zona. Anche la vecchia area mercatale di San Bartolomeo è stata oggetto di intervento grazie a fondi regionali. Nel cenbtro storico stiamo lavorando per l’ulteriore abbellimento e riqualificazione. Infatti si programma l’estensione del fondo in accuotolato già realizzato in piazza Marconi via Bettica. Mentre in via Balbo abbiamo terminato i lavori per il nuovo pavimento della Chiesa della Confraternita dei Battuti Bianchi. In pratica è stata ripristinata la pavimentazione originaria dell’edificio. Proseguiremo ancora con la ristrutturazione in modo tale che in futuro la confratenita diventi un centro per l’organizzazione di incontri, rappresentazioni teatrali e in generale di eventi. Sono previsti anche ulteriori interventi in piazza Balbo e al Parco della Rimembranza.

L’associazione che riunisce i produttori vitivinicoli di Castagnole, la Bottega del vino, troverà una nuova sede che sarà al contempo anche un locale di ristorazione. Inoltre sono in programma anche interventi di sistemazione dei cimiteri e in alcune zone proseguirà il rinnovamento dell’illuminazione pubblica con i nuovi impianti a led, più efficenti dal punto di vista della resa energetica, che permettono un risparmio in bolletta. Da non dimenticare l’allargamento in vista della reta di videosorveglianza per la pubblica sicurezza, per cui è anche stato attivato il progetto di Controllo del vicinato».

Infine non va assolutamente dimenticato l’impegno per i bambini e i giovani sotto tutti i punti di vista: «In futuro progetteremo la realizzazione di una nuova palestra, perché anche le attività future, sportive e non solo, avranno la necessità di ampi spazi e al momento la palestra della scuola non potrebbe bastare. Inoltre come lo scorso anno in estate contiamo di organizzare il centro estivo per i giovani denominato “Rimettiamoci in gioco” che metterà insieme attività ludiche e sportive con quelle culturali e didattiche. Inoltre alla scuola primaria abbiamo realizzato il nuovo fondo in erba sintetica e a quella dell’infanzia sono stati sistemati nuovi giochi».

Al momento non è certo facile una programmazione, ma l’Amministrazione comunale conta di poter proporre manifestazioni dedicate alla Barbera e alla Nocciola non appena le condizioni lo consentiranno. In questo senso il Comune sta lavorando insieme alle Pro loco.