Ven. Dic 2nd, 2022

 

In occasione della ricorrenza di San Sebastiano patrono della Polizia locale celebrata il 20 gennaio, la Polizia Municipale di Alba diffonde i dati relativi all’attività di prevenzione e controllo del corpo durante l’anno 2021.

Il Corpo di Polizia Municipale guidato dal Comandante Antonio Di Ciancia è in servizio dalle 7 alle 20 per 7 giorni alla settimana, per un totale di 30.335 ore annue distribuite sui 21 operatori del Corpo, per una media di 1.444 ore individuali all’anno.

Da gennaio e fino al 31 dicembre 2021 sono stati effettuati 320 turni di servizio per 1.280 ore di ordine pubblico dedicate al controllo delle misure per il contenimento dell’epidemia, coordinati dalla Questura di Cuneo. Durante i servizi collegati all’emergenza coronavirus ci sono stati 2.787 ispezioni: ad esempio, 1.570 persone sono state controllate sul possesso del Green Pass, 19 hanno ricevuto una sanzione amministrativa; controllati anche 972 esercizi commerciali di cui 26 sanzionati.

Per l’emergenza pandemica ancora in corso sono stati rivisti alcuni servizi di sorveglianza a favore della vigilanza in centro abitato per scongiurare assembramenti ed attività non consentite dalle disposizioni ministeriali e regionali.

Durante la Fiera internazionale del Tartufo bianco d’Alba, il personale di polizia municipale ha intensificato i servizi di vigilanza presidio del territorio garantendo il regolare svolgimento delle manifestazioni autorizzate (investitura del Podestà e il Palio degli Asini).

L’attività è proseguita anche su altri ambiti come la sicurezza stradale, la vigilanza ambientale ed edilizia, annonaria e commerciale.

Gli incidenti gestiti dalla polizia municipale sono stati 102, coinvolgendo persone ferite (53) e veicoli (177), per un totale di 757 giorni di prognosi. Purtroppo, anche nel 2021 si è registrato un incidente mortale sulla tangenziale SP 3 bis.

La normativa sull’omicidio e lesioni stradali del 2016, fissando la procedibilità d’ufficio per le lesioni superiori a 40 giorni di prognosi sanitaria, ha comportato per l’ufficio infortunistica la redazione di 4 comunicazioni di notizia di reato alla Procura di Asti e 10 per guida in stato di ebbrezza. Su 102 incidenti rilevati, 16 hanno coinvolto almeno un pedone, 13 un ciclista, 1 un monopattino e 2 investimenti di cinghiali.

Gli incidenti stradali sono stati causati dalla violazione delle seguenti norme stradali: 11 incidenti per eccesso di velocità del veicolo, 14 per mancata precedenza, 12 per mancata distanza di sicurezza, 17 per mancata inosservanza della mano da tenere, 11 per mancata precedenza ai pedoni, 1 per divieto di sorpasso. Per i rimanenti incidenti non è stato possibile risalire con certezza ad una violazione sulle norme del codice della strada.

«Il Corpo di Polizia municipale – dichiara il sindaco di Alba Carlo Bo – rappresenta il primo presidio di legalità sul territorio e negli ultimi due anni ha dovuto affiancare all’impegno tradizionale la nuova attività di controllo e monitoraggio dovuti all’emergenza pandemica. Ringrazio tutti i nostri agenti per la disponibilità dimostrata e per la sensibilità che ha permesso il controllo della città in un costruttivo clima di collaborazione».

«I dati dell’attività svolta in questo anno dalla Polizia Municipale – spiega l’assessore alla Polizia municipale e sicurezza Marco Marcarino – mostrano una costante attività di monitoraggio su tutto il territorio e vedono la partecipazione della stessa ad un’attività di controllo, conseguente al Covid, del tutto nuova per il Corpo. Il loro lavoro anche in questo campo, si è mostrato costante e impeccabile ed è per questo che ad essi va il mio ringraziamento».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.