Ven. Dic 2nd, 2022

 

L’immane tragedia che sta colpendo l’Ucraina in questi giorni sta scuotendo l’opinione pubblica. Un disastro umanitario che giorno dopo giorno, davanti agli occhi di tutti, sta assumendo dimensioni impensabili e che sta interessando tante famiglie che come noi vivevano serenamente la loro quotidianità.

Il Comune di Asti, consapevole delle sofferenze che il popolo ucraino sta vivendo, intende fare la sua parte e provare a sostenere i cittadini coinvolti.

Nei giorni scorsi il sindaco Maurizio Rasero ha incontrato il presidente della Caritas Giuseppe Amico e il presidente dell’Associazione Piam Onlus Alberto Mossino. I due presidenti hanno dichiarato di voler mettere a disposizione, per gli eventuali cittadini ucraini che fuggiti dalla loro nazione dovessero arrivare sul nostro territorio, rispettivamente 30 posti letto la Caritas e 12 posti letto il Piam. La disponibilità di posti letto sarà prevalentemente per mamme con bambini.

«Il Comune di Asti ha messo a disposizione un conto corrente dedicato grazie al quale tutti i cittadini potranno dare il proprio contributo. La somma raccolta verrà utilizzata sul territorio per progetti diretti ai profughi che lasciano il loro paese oppure versata attraverso l’ambasciata per aiutare la popolazione ucraina», dichiara il Primo cittadino.

Questi gli estremi del conto corrente attivato presso il Monte dei Paschi di Siena, tesoriere del Comune, su cui effettuare le donazioni con la causale “Comune di Asti sostegno emergenza Ucraina” – IBAN IT93T0103010300000000550132.

Se nei prossimi giorni verranno organizzate altre iniziative a favore della popolazione ucraina l’Amministrazione comunale astigiana ne darà tempestiva informazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.