Elezioni ad Asti: i nomi iniziano a comporre il quadro

Elezioni ad Asti: i nomi iniziano a comporre il quadro

Asti, come tutti i capoluoghi di Provincia, quando ci sono le elezioni entra in un’atmosfera diciamo “frizzantina” e si percepisce come, chi ama la politica, voglia contribuire a migliorarla. Ed è così anche in questi mesi che precedono le elezioni amministrative in programma a primavera 2017. Se non verranno inserite le Politiche, la data dovrebbe coincidere con il weekend del 6 – 7 maggio. “Nuovo giro, nuova corsa” ed in pista scendono diversi protagonisti, che sperano di essere tali, per il bene della città.
Maurizio Rasero è il candidato di punta della destra che godrà dell’appoggio di gran parte del centrodestra, comprese la Lega e Fratelli d’Italia, e di liste civiche. A destra anche Angela Quaglia con due liste civiche in aiuto. Il M5S porta avanti la candidatura di Massimo Cerruti. Si candida alla carica di Sindaco anche Biagio Riccio.
Come risponde la sinistra? Le idee non sembrano ancora chiare perché non si capisce bene se sarà riproposta la candidatura di Fabrizio Brignolo, il Sindaco attuale, o si punterà su qualche outsider.
Anche al centro il nome non è ancora stato individuato: Mariangela Cotto è il pole position ma non si sa se da sola o in appoggio ad un candidato sindaco. Da valutare anche la posizione dell’attuale vicesindaco, Davide Arri.
Entro la fine di febbraio le idee dovrebbero essere più chiare per tutti. Intanto la febbre inizia a salire.

                                                                                                                                                                                Livio Oggero