Alba, due nuovi autobus elettrici per il trasporto pubblico

Alba, due nuovi autobus elettrici per il trasporto pubblico

 

Due nuovi autobus elettrici di ultima generazione entreranno presto in servizio sulla rete del trasporto pubblico di Alba. La presentazione al pubblico e alla stampa si è svolta giovedì 21 marzo in piazza Risorgimento, con un giro su uno dei due nuovi e silenziosi bus, sulla circonvallazione prima dell’incontro nella sala consigliare “Teodoro Bubbio” del Palazzo comunale, dove a presentare i nuovi mezzi sono stati il sindaco Maurizio Marello, l’assessore ai Trasporti e alla Mobilità Rosanna Martini ed il presidente del Consorzio Granda Bus Clemente Galleano.

La svolta verso l’elettrico è accompagnata anche dall’annuncio della prossima installazione di 22 colonnine di ricarica per auto e motociclette elettriche nei diversi quartieri e frazioni del territorio di Alba. Questo grazie ad un bando lanciato dalla giunta il 30 agosto 2018 per la manifestazione d’interesse, la stipula di protocolli d’intesa, la realizzazione e la successiva gestione, senza oneri per il Comune. A vincere la gara tre le società che installeranno e gestiranno le colonnine in città: la Duferco di Genova, la Semm Iscat di Saluzzo e la Enel X di Roma.

La mensa comunale sta già utilizzando il furgone elettrico della società Sodexo, gestore del servizio, per la consegna dei pasti a domicilio agli anziani non autosufficienti. Nei prossimi mesi, il Comune si doterà della prima auto elettrica a servizio dell’Ufficio Tecnico Municipale.

Altra novità a beneficio della mobilità sostenibile annunciata dall’Amministrazione è la possibilità per gli studenti con abbonamento scolastico annuale, di girare gratis sugli autobus di Alba, a luglio e agosto 2019.

«Abbiamo lavorato sul rinnovamento del trasporto pubblico urbano – ha sottolineato il sindaco Maurizio Marello in conferenza stampa – ma anche su altre iniziative per la mobilità sostenibile. Questi nuovi bus elettrici sono l’avvio di un percorso che porterà un graduale rinnovamento di un parco veicoli sempre più ambientalmente compatibile. Questi sono i primi interamente elettrici in provincia di Cuneo. Un grazie all’assessorato guidato da Rosanna Martini, agli uffici e grazie anche alla Bus Company con cui abbiamo lavorato intensamente mettendo in pista delle iniziative per coinvolgere i cittadini, in particolare i giovani. Quando pubblico e privato collaborano bene insieme, alla fine i risultati arrivano. In questi anni abbiamo fatto un buon lavoro e confido possa proseguire, per completare tutta l’organizzazione del trasporto pubblico in collegamento con le altre città della provincia, così come i collegamenti di Alba e Bra con l’ospedale di Verduno».

L’assessore alla Mobilità e Trasporti Rosanna Martini ha ringraziato i colleghi dell’Amministrazione Massimo Scavino, Alberto Gatto ed Elena Di Liddo: «In questi anni l’Amministrazione ha voluto puntare sulla mobilità sostenibile lavorando su diversi fronti. Con questi nuovi autobus elettrici concludiamo il nostro operato dei cinque anni, nell’ambito della nostra politica green per la città di Alba. Ringrazio Serena Lancione di Granda Bus e voglio ricordare il lavoro e l’impegno del dipendente comunale Domenico Lupo. Scomparso proprio il 21 marzo del 2017, già dal 2014 Domenico aveva seguito tutto l’iter per il rinnovamento del trasporto pubblico albese a cui teneva tantissimo».

«Questi due nuovi mezzi a trazione completamente elettrica, del modello K7U 8M Electric Bus, sono dotati di due motori da 90 Kw ciascuno – spiega Clemente Galleano, presidente del Consorzio Granda Bus -. Segnano l’esordio del Consorzio sul fronte della mobilità elettrica su gomma e vanno ad integrare il parco mezzi a disposizione del trasporto pubblico della città di Alba. Hanno una lunghezza di 8,75 metri e offrono all’utenza 22 posti a sedere, 36 in piedi. Ognuno dei due autobus è attrezzato per la salita e il trasporto di persone in sedia a rotelle. Sul fronte della mobilità elettrica esordiamo ad Alba perché da un’analisi effettuata dalla Regione, che tramite un bando in capo al proprio settore Ambiente ha cofinanziato questi mezzi, la città è risultata tra quelle che potevano concretizzare questo progetto. Da qui, come Bus Company ci siamo subito attivati con l’Amministrazione comunale e regionale per poter partecipare al bando e dotare così Alba di questi mezzi, che andranno ad inserirsi all’interno di una rete di trasporto che può già contare, tra l’altro, sull’innovativo servizio di bike sharing “free floating” a pedalata assistita, che il prossimo mese di maggio compirà un anno esatto dalla sua introduzione in città. Possiamo quindi affermare – conclude Galleano – che grazie agli autobus di Bus Company e ai progetti mirati allo sviluppo di una mobilità alternativa, la capitale delle Langhe sta sempre più diventando, sul fronte del traporto pubblico locale, una vera città green e il Consorzio Granda Bus si compiace nell’essere parte attiva di questo continuo sviluppo. I due autobus a ‘impatto zero’ entreranno in funzione prossimamente e saranno impiegati principalmente sulla linea 5 che collega i quartieri Moretta, San Cassiano e Vivaro, dove ha sede l’azienda Ferrero. Altri cinque autobus a motore ibrido saranno immatricolati nelle prossime settimane per entrare in funzione nei servizi urbani della Provincia di Cuneo».

Alla conferenza stampa hanno partecipato anche gli assessori comunali Alberto Gatto, e Fabio Tripaldi accanto ai consiglieri Claudio Tibaldi e Ivano Martinetti.