• Home »
  • Eventi »
  • Alba, riaprono i cimiteri, i funerali seguiranno rigide regole di sicurezza sanitaria
Alba, riaprono i cimiteri, i funerali seguiranno rigide regole di sicurezza sanitaria

Alba, riaprono i cimiteri, i funerali seguiranno rigide regole di sicurezza sanitaria

 

I tre cimiteri di Alba di via Ognissanti, corso Bra e Piana Biglini saranno di nuovo aperti a partire da martedì 5 maggio. La fruizione degli spazi dovrà avvenire nel rigoroso rispetto del divieto di ogni forma di assembramento di persone, della distanza di sicurezza interpersonale di 2 metri nonché dell’uso di mascherine, o comunque di protezioni di naso e bocca, e di guanti.

«Ho deciso di riaprire i cimiteri – conferma il sindaco Carlo Bo –. So quanto possa essere di conforto poter andare a trovare i propri cari che non ci sono più e prendersi cura delle loro tombe dopo la chiusura di questi mesi. Chi vi si recherà dovrà prestare la massima attenzione alla distanza di almeno due metri dalle altre persone, alle norme da rispettare soprattutto nei luoghi comuni come fontane e cassonetti e alla eventuale presenza di funerali, evitando ogni tipo di assembramento».

Anche la Diocesi di Alba conferma le misure da adottare per l’accesso ai cimiteri su tutto il territorio diocesano.

Con un documento emanato il 1° maggio, il vescovo di Alba, monsignor Marco Brunetti, ribadisce le disposizioni in materia di funerali religiosi, comuni alle altre diocesi della provincia di Cuneo.

Viene confermato l’accompagnamento del defunto al cimitero da parte del sacerdote (è bene che sia il parroco), che alla presenza dei parenti (15 persone al massimo, a distanza di sicurezza e con protezioni delle vie respiratorie), presiederà il rito esequiale con una Liturgia della Parola. Il sacerdote potrà celebrare privatamente la Messa per il defunto, oppure rimandare a quando sarà possibile farlo in parrocchia.

Il documento ribadisce anche che sono rimandate a data da destinarsi tutte le altre attività diocesane, iniziative e celebrazioni in calendario per le prossime settimane.

 

Nella foto monsignor Marco Brunetti al cimitero di Alba (foto Marcato-Gazzetta d’Alba)