• Home »
  • Eventi »
  • Alba, riaprono le Casette dell’acqua, chiuse durante l’emergenza sanitaria
Alba, riaprono le Casette dell’acqua, chiuse durante l’emergenza sanitaria

Alba, riaprono le Casette dell’acqua, chiuse durante l’emergenza sanitaria

 

Riapriranno domani, sabato 23 maggio, le casette dell’acqua sul territorio comunale albese chiuse due mesi fa a causa dell’emergenza sanitaria.

I gestori sono tenuti alla pulizia e all’igiene delle attrezzature con frequenza giornaliera e in funzione dell’orario di apertura. Su ogni impianto, inoltre, dovranno indicare con idonea segnaletica le regole da seguire, a partire dal mantenimento del distanziamento interpersonale di almeno un metro. Gli utenti dovranno usare guanti monouso o disinfettarsi le mani prima di toccare la tastiera e indossare le mascherine in tutte le fasi in cui non sarà possibile garantire la distanza di sicurezza.

Dice il sindaco Carlo Bo: «Un servizio apprezzato che in queste settimane è mancato a molti albesi e che ora possiamo finalmente ripristinare. A tutti però chiediamo di rispettare scrupolosamente le distanze e le norme igieniche non solo per l’utilizzo delle casette dell’acqua, ma in ogni ambito di interazione sociale. Vogliamo ripartire tutelando la salute dei cittadini e senza dover più subire battute d’arresto».

Il ritorno a molte attività della collettività non deve far dimenticare però che la malattia circola ancora e a questo riguardo c’è un aggiornamento legato ai decessi in città per il Covid-19.

Ad Alba i residenti attualmente positivi al Coronavirus sono 14. I decessi di persone affette da Covid-19 sono 9. A questo dato vanno ad aggiungersi 3 albesi morti a causa del virus tra il 18 e il 28 aprile scorso conteggiati solo ora sulla piattaforma regionale.

I guariti sono 63. «Siamo vicini alle famiglie di tutte le vittime albesi e ci auguriamo di non dover più vedere salire questo numero, ma solo quello dei guariti che fortunatamente cresce ogni giorno – dice il sindaco Carlo Bo –. Il mio appello, in questa nuova e tanto attesa fase di riapertura e di ritorno alla normalità, è di non dimenticare mai le poche e semplici regole per proteggere la salute di tutti».

 

Foto di Gisella Divino