• Home »
  • Eventi »
  • Dalla Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra una bottiglia di vino a tutti i dipendenti dell’Asl Cn2
Dalla Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra una bottiglia di vino a tutti i dipendenti dell’Asl Cn2

Dalla Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra una bottiglia di vino a tutti i dipendenti dell’Asl Cn2

 

La Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra Onlus, con una bottiglia di pregiato dolcetto della cantina Pertinace di Treiso, confezionata in un prezioso astuccio della Ondalba di Baldissero d’Alba, ha ringraziato tutti i dipendenti della Asl CN2 Alba-Bra per il lavoro svolto nella lotta contro il Covid-19 e per il lavoro entusiasmante intrapreso per l’apertura del nuovo Ospedale “Michele e Pietro Ferrero” a Verduno.

«L’emergenza sanitaria che stiamo attraversando ci fa capire quanto possiamo essere fragili, e quanto sia necessario unirsi e aiutarsi per fare fronte a un nemico comune e invisibile come il Covid-19. La salute è un bene pubblico, che va difeso e tutelato, a maggior ragione in uno stato di emergenza – commentano Bruno Ceretto, presidente e Dario Rolfo, vicepresidente della Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra. Per questo ringraziamo profondamente tutto il personale dell’Asl Cn2 Alba-Bra, i pediatri e medici di famiglia, il 118, la Croce Rossa, la Protezione Civile e le Associazioni di volontariato del nostro territorio, che uniti, in prima linea, hanno affrontato e continuano ad affrontare questa crisi».

Nella hall del nuovo ospedale a Verduno il 29 maggio una delegazione della Fondazione composta dal presidente Bruno Ceretto, il vicepresidente Dario Rolfo e il revisore Maria Gabriella Rossotti; il presidente della Conferenza dei Sindaci Mauro Noé; Franco Allasia di Ondalba e Cesare Barbero della Cantina Pertinace; in presenza della Direzione dell’Asl Cn2, ha consegnato ai responsabili (presenti tutti i primari) dei vari servizi dell’Asl Cn2 la bottiglia in edizione speciale realizzata per l’occasione per i 2000 dipendenti e collaboratori.

«Il dono della bottiglia vuole essere un gesto di condivisione che ci fa sentire ulteriormente vicini, ancora più uniti, nella difesa della salute di tutti – dice Luciano Scalise, direttore della Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra –. Un simbolico Grazie, che riconosce l’impegno di ciascuno e ribadisce la necessità di unione per difendere la salute di tutti. Unione che ha caratterizzato la campagna di raccolta fondi a sostegno degli ospedali pubblici di Alba, Bra, Verduno, coinvolgendo oltre 2000 donatori. In questi mesi tanto è stato realizzato e si sta ancora realizzando. Stiamo lanciando la campagna 5×1000 per sostenere la specializzazione di giovani medici neolaureati. Anche se siamo entrati nella Fase 2 dell’emergenza, non smettiamo di essere uniti e, soprattutto, non allentiamo il nostro supporto agli ospedali di territorio. Firmiamo tutti il 5×1000 per il nostro ospedale (C.F. 90041890048). E’ gratis».