• Home »
  • Eventi »
  • Montaldo Roero, progetto per la messa in sicurezza del Ponte dei sapori
Montaldo Roero, progetto per la messa in sicurezza del Ponte dei sapori

Montaldo Roero, progetto per la messa in sicurezza del Ponte dei sapori

 

Con un decreto del presidente Federico Borgna, la Provincia di Cuneo ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica per interventi di consolidamento e rinforzo strutturale del Ponte sulle Rocche lungo la strada provinciale 119 verso Montaldo Roero.

All’uscita dell’abitato di Montaldo Roero, in direzione nord-ovest prima dell’incrocio per Baldissero d’Alba e Ceresole, è presente un ponte a più campate denominato “Ponte sulle Rocche” o “Ponte dei sapori”. Esso è preceduto da un manufatto a due campate presso il santuario della Madonnina e seguito da un terzo manufatto a una sola campata sul Rio Ventiglio. Si tratta di opere realizzate tra il 1929 e il 1931 nell’ambito della costruzione del tratto stradale di collegamento all’abitato di Baldissero e presentano segni di degrado dovuti anche al meteo e agli anni.

La Provincia ha deciso di investire sull’opera considerata l’importanza della provinciale 119 per l’abitato di Montaldo Roero come via di comunicazione verso la pianura torinese e anche per le particolari caratteristiche architettoniche dei manufatti, per cui è urgente intervenire sulle strutture e in particolare per il Ponte sulle Rocche.

Il progetto di fattibilità tecnica ed economica è stato elaborato dal Settore Viabilità della Provincia (Sezione di Alba) e prevede una spesa complessiva di 1.000.000 di euro, ripartito in 656.110 per lavori (comprensivi degli oneri della sicurezza) e 343.890 per somme a disposizione, finanziata con decreto interministeriale Mit-Mef del marzo 2020. Le opere sono inserite nel Programma triennale delle opere pubbliche 2021-2023.

L’intervento consiste dapprima in una valutazione dei carichi transitabili e quindi in una valutazione della sicurezza strutturale, poi ci saranno i lavori di miglioramento e ricostruzioni soprattutto sulle pile B e F che presentano gravi danni e che saranno demolite e ricostruite, insieme alle travi di testata sovrastanti. Dopo il ripristino strutturale e il rinforzo della soletta dell’impalcato, il progetto prevede la impermeabilizzazione dell’estradosso della soletta, la realizzazione del sistema di raccolta e scolo delle acque, il rinforzo delle altre travi dell’impalcato e delle pile, il ripristino dei marciapiedi laterali, ringhiere in ferro battuto, dei pilottini di sostegno dei parapetti e del manto stradale, oltre alla segnaletica orizzontale e verticale. I lavori saranno oggetto di ulteriori specificazioni ed approfondimenti nei successivi livelli di progettazione.

 

Foto dall’archivio della Provincia di Cuneo