• Home »
  • Eventi »
  • Asti-Cuneo, dalla Regione via libera alla valutazione di impatto ambientale per il completamento
Asti-Cuneo, dalla Regione via libera alla valutazione di impatto ambientale per il completamento

Asti-Cuneo, dalla Regione via libera alla valutazione di impatto ambientale per il completamento

 

Un altro passo in avanti è stato fatto per la realizzazione dell’ultimo lotto dell’autostrada Asti-Cuneo. La Giunta della Regione Piemonte ha infatti dato il via libera alla Valutazione di Impatto Ambientale del progetto definitivo, che andrà ora al Ministero dell’Ambiente per il parere sulle richieste di integrazioni scaturite dalle analisi della progettazione.

«Proseguiamo nel nostro impegno per completare questa infrastruttura essenziale per il Piemonte – sottolineano il presidente della Regione Alberto Cirio e l’assessore regionale ai Trasporti Marco Gabusi -. Siamo riusciti ad esprimere il parere favorevole alla Valutazione di Impatto Ambientale in meno di due mesi, ora le nostre considerazioni andranno al Ministero dell’Ambiente e ci aspettiamo da Roma altrettanta velocità per un’opera che il nostro territorio non può più attendere».

Il parere della Regione Piemonte contiene infatti alcune prescrizioni di carattere ambientale e paesaggistico, tra cui la richiesta di attenzione alle acque sotterranee e di un piano di monitoraggio ambientale, che ora saranno prese in esame dal Ministero dell’Ambiente per poi dare avvio alle integrazioni al progetto.

Il sindaco di Alba, Carlo Bo commenta: «Ringrazio la Giunta regionale per i tempi rapidi con cui ha dato il via libera alla procedura di Via. Ora auspichiamo che tutte le altre fasi, tra cui il passaggio al Ministero, procedano con la stessa celerità rispettando, questa volta, il crono-programma. Da troppo tempo il nostro territorio aspetta il completamento di quest’opera strategica che garantirà finalmente migliori collegamenti e tempi di percorrenza. Lavorando insieme in questi ultimi anni siamo riusciti a ottenere importanti passi avanti. L’attenzione da parte di tutti adesso deve rimanere alta per vedere realizzati questi ultimi, fondamentali, nove chilometri».