• Home »
  • Eventi »
  • A Barolo riapre il Wimu, il museo del vino, con la nuova wine experience
A Barolo riapre il Wimu, il museo del vino, con la nuova wine experience

A Barolo riapre il Wimu, il museo del vino, con la nuova wine experience

 

Il Museo del Vino a Barolo (Wimu) riapre i battenti sabato 5 e domenica 6 marzo (dalle 10,30 alle 19, ultimo ingresso alle 18). Il WiMu tornerà inizialmente visitabile per il primo weekend del mese, per poi aprire tutti i giorni della settimana a partire da sabato 12 marzo.

In occasione dell’avvio della nuova stagione, tra le sale dell’avveniristico Museo l’appuntamento sabato 5 marzo alle 17 è con le Wine Experience, il format di visita promosso dalla Barolo & Castles Foundation alla scoperta dei grandi vini del territorio.

Una visita speciale per osservare da vicino i terreni dei vigneti, scoprire attraverso una moderna mappa in rilievo quali sono i confini di cru e zone di produzione, e ancora annusare i profumi e gli aromi che fanno grandi i vini di questo territorio. L’esperienza di “discesa approfondita” attraverso i piani del castello Falletti è accompagnata dal racconto storico e geografico della produzione locale dei vini.

Utilizzando “materiali e strumenti esterni”, infatti, si indagheranno gli aspetti più caratteristici e le particolarità, le differenze geo-morfologiche che rendono il territorio di Langhe e Roero così speciale per la produzione del vino. Non mancheranno aneddoti e curiosità. Il tutto accompagnato da un brindisi con un calice di Barolo proposto all’inizio del tour.

L’appuntamento è con un turno unico di partenza alle 17. La durata della visita è di circa un’ora e mezza.

Le Wine Experience al WiMu sono possibili grazie al contributo della Fondazione Crc, nell’ambito del bando Musei Aperti.