• Home »
  • Eventi »
  • Asti, con “Puliamo insieme” in 68 Comuni raccolte 35 tonnellate di rifiuti
Asti, con “Puliamo insieme” in 68 Comuni raccolte 35 tonnellate di rifiuti

Asti, con “Puliamo insieme” in 68 Comuni raccolte 35 tonnellate di rifiuti

 

Sabato 26 e domenica 27 marzo tanti volontari si sono riuniti per la quarta edizione del progetto “Puliamo Insieme!”, la due giorni di pulizia di strade, fossi e prati promossa dalla Provincia di Asti con il sostegno dei sindaci del territorio.

L’edizione 2022 ha coinvolto 68 Comuni dell’Astigiano, dieci in più rispetto all’anno passato. Basterebbe questo dato per certificare la riuscita di un’iniziativa che, dopo la sosta forzata – causa Covid – nel 2020, è stata riproposta sulla spinta di tanti amministratori, pronti loro stessi a rimboccarsi le maniche e coinvolgere le proprie comunità per offrire un contributo nella tutela della natura.

L’Ufficio Ambiente della Provincia di Asti ha coordinato le giornate di pulizia raccogliendo testimonianze, dati e fotografie. Sono stati quasi 3000 i volontari (1600 adulti e 1400 bambini) che hanno aderito con entusiasmo. La Provincia, oltre a occuparsi del coordinamento, ha offerto a tutti una copertura assicurativa, guanti, giubbotti catarifrangenti e la formazione ambientale alle scuole (su richiesta). I manifesti che hanno pubblicizzato l’iniziativa sono stati realizzati e stampati da Gaia.

Il dato della raccolta di rifiuti è straordinario e al contempo impietoso: 35 tonnellate, il peso di circa sette elefanti. Una montagna fatta di bottiglie di plastica, lattine e bottiglie di vetro, nonché una gran quantità della “new entry” tra gli abbandoni dei più “distratti”: le mascherine. Ma non sono mancati anche mobili, pneumatici, elettrodomestici, frigoriferi e, addirittura, interi autoveicoli.

«Non posso che ringraziare da presidente e cittadino per lo straordinario servizio reso alla comunità da una parte sempre più consistente di astigiani, e non solo. Sono certo che grazie a iniziative come “Puliamo Insieme!” crescerà sempre di più la consapevolezza che la bellezza delle nostre terre va preservata con atteggiamenti civili e responsabili. Prima di gettare a terra una cartaccia, se non di peggio, pensiamo a quanto quel gesto sia stupido oltre che dannoso per l’ambiente di cui facciamo parte», commenta Paolo Lanfranco, presidente della Provincia di Asti.

«Le operazioni hanno visto il supporto di Asp e Agesp per la rimozione dei rifiuti raccolti – precisa il dirigente del Servizio Ambiente della Provincia di Asti, Angelo Marengo – Queste giornate di pulizia servono a sensibilizzare i cittadini sull’importanza del ruolo di ognuno di noi nella causa ambientale».

«Un ringraziamento va ai sindaci e tutti i volontari che con impegno e grande entusiasmo hanno collaborando “insieme”, trasformando il territorio astigiano in una grande task-force di uomini e mezzi per un territorio consapevole e più pulito», ha concluso Andrea Gamba, consigliere della Provincia di Asti con delega all’Ambiente.

 

Nella foto i rifiuti raccolti in frazione Mombarone ad Asti