Il presidente della Regione Alberto Cirio guarito dal Coronavirus

Il presidente della Regione Alberto Cirio guarito dal Coronavirus

 

La buona notizia di oggi, lunedì 23 marzo, riguarda la guarigione dal Coronavirus del presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio. Questa mattina l’Unità di crisi della Regione ha comunicato la guarigione virologica di tre pazienti: si tratta di una donna di 54 anni di Torino, di un bambino del Novarese e di un uomo di 47 anni del Cuneese.

Tra i guariti, il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, che era posto in isolamento domiciliare: «Sono guarito – dichiara il presidente Cirio –, ho appena ricevuto l’esito del doppio tampone di verifica ed entrambi hanno dato esito negativo al coronavirus. Ve lo dico mentre mi preparo per correre all’Unità di crisi, perché l’unica priorità è continuare a lottare».

Le persone guarite sono in totale 17, di cui 4 dell’Astigiano, 2 del Cuneese, 3 del Novarese, 6 del Torinese, 1 del Vercellese e 1 residente fuori regione.

E’ stato anche comunicato il dettaglio della situazione dell’Asl Cn2 di Alba e Bra come bilancio della settimana appena trascorsa. I tamponi effettuati in residenti dell’Asl, sia dal S.I.S.P. sia in sede ospedaliera, sono 335. Tra i risultati attualmente disponibili (alcuni, infatti, sono ancora in corso di processazione), 90 sono risultati positivi, di cui 4 (4%) asintomatici, 39 con forme di tipo influenzale (43%) e 47 (52%) che hanno avuto un accesso in ospedale. L’età media di questi ultimi è di 73 anni, mentre quella dei pazienti curati a domicilio per forme simil-influenzali è di 53 anni. Si sono verificati 5 decessi (età media 68 anni).

Da domenica 15 marzo è attivo anche presso il presidio San Lazzaro di Alba un reparto di ricovero dedicato a pazienti COVID +. L’azienda ha messo in atto importanti variazioni organizzative (che hanno compreso la chiusura del Pronto Soccorso di Bra) allo scopo di destinare spazi per il ricovero di pazienti COVID +, in termini di reparti di base, di aree di terapia subintensiva e di rianimazione. Tutto ciò grazie all’impegno encomiabile degli operatori dipendenti di Alba e Bra.

Le persone in isolamento fiduciario in quanto contatti di casi sono 550 e sono seguite dal personale del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica. Durante la scorsa settimana è iniziata l’esecuzione di tamponi per certificare dopo 14 giorni di quarantena o trattamento nei soggetti divenuti positivi all’inizio dell’epidemia, lo stato di guarigione con eliminazione completa del virus.
Per quanto riguarda i numeri aggiornati della Regione sono 15 i decessi di persone positive al test del coronavirus:: 6 in provincia di Torino, 1 nel Biellese, 1 nell’Astigiano, 3 nell’Alessandrino, 2 nel Vercellese, 1 nel Novarese e 1 nel Verbano-Cusio-Ossola. Il totale complessivo è ora di 315 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi su base provinciale: 89 ad Alessandria, 12 ad Asti, 32 a Biella, 20 a Cuneo, 44 a Novara, 76 a Torino, 18 a Vercelli, 19 nel Verbano-Cusio-Ossola, 5 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

In tutto sono 4.861 le persone finora risultate positive al “Coronavirus Covid-19” in Piemonte: 817 in provincia di Alessandria, 209 in provincia di Asti, 253 in provincia di Biella, 367 in provincia di Cuneo, 420 in provincia di Novara, 2.198 in provincia di Torino, 263 in provincia di Vercelli, 190 nel Verbano-Cusio-Ossola, 49 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 95 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 343, in altri reparti 2.194 I tamponi diagnostici finora eseguiti sono 13.560, di cui 8.220 risultati negativi. Sono 1.992 le persone in isolamento domiciliare.