L’Icif di Costigliole sigla accordo a Taiwan

L’Icif di Costigliole sigla accordo a Taiwan

L’Icif (Italian culinary institute for foreigners) di Costigliole d’Asti ha il suo quartier generale sull’ultimo lembo di Monferrato che guarda alle Langhe: il centro che lega una fitta e viva rete mondiale di uffici di rappresentanza sparsi nei cinque continenti, il cui obiettivo risiede nel reclutamento dei futuri studenti e nella promozione della scuola, con costante attenzione all’eccellenza italiana declinata a tavola.

E’ la volta di Taiwan. Miss Ni-Tai Chu, alias “Kelly” Chu, referente Icif in loco, ha organizzato e coadiuvato la missione promozionale del presidente Piero Sassone snodatasi attraverso diverse scuole della capitale (tra le quali Jinwen University of Science & Technology e Chien Hsin University); il 22 marzo si è concretizzata una partnership con la Taipei City University of Science and Technology. Un sodalizio che rafforza la presenza sul territorio taiwanese e crea nuove sinergie internazionali con un polo universitario di calibro, che conta al suo interno oltre dieci facoltà. Tra queste, una dedicata alla cucina ed una alla pasticceria. L’Icif inizierà a ricevere dal prossimo ottobre i loro primi studenti che parteciperanno al “Master in Cucina, Cultura ed Enologia delle Regioni d’Italia”. Avranno la preziosa opportunità di svolgere un tirocinio pratico presso i migliori ristoranti stellati del Piemonte.

A chiusura della Press Conference teatro della stipula, la dimostrazione di cucina dello chef Alessandro Giagnetich, frequente portabandiera di Icif in Asia. Si è misurato nell’esecuzione di due perle culinarie del Piemonte più classico: il Pollo alla Marengo e la Torta di nocciole con zabaione caldo al Moscato. Lo chef proseguirà le sue “cooking demo” a Taiwan fino al 31 marzo, misurandosi nella preparazione di ricette tradizionali e moderno-creative italiane.