• Home »
  • Archivio »
  • Con Suoni dalle Colline la musica classica protagonista in Langhe e Roero
Con Suoni dalle Colline la musica classica protagonista in Langhe e Roero

Con Suoni dalle Colline la musica classica protagonista in Langhe e Roero

 

Ogni anno in estate tornano sulle Colline di Langhe e Roero i concerti di musica classica proposti da “Alba Music Festival” insieme al “Parco culturale Langhe Monferrato Roero”, nello scenario dei paesi delle colline che circondano Alba; grazie a “Suoni dalle Colline di Langhe e Roero” quasi ogni sera nel mese di luglio ci sarà un concerto con una location sempre differente, sullo sfondo di chiese, castelli e vigneti illuminati dalla luna e dalle stelle delle notti estive.

Si tratta di una proposta culturale molto importante giunta alla dodicesima edizione. La formula del festival si sviluppa con concerti a cadenza quotidiana tra il 6 luglio e il 5 agosto, accompagnando il pubblico in un itinerario alla scoperta dei luoghi e delle bellezze del territorio. Si parte dall’apertura negli splendidi giardini del “Real Castello” di Verduno, per proseguire con un evento nell’evento, il “Concerto nel bosco” nell’incantevole natura dell’Alta Langa del bosco di Torresina, dai Castelli di Grinzane Cavour e Magliano Alfieri, agli splendidi borghi di Bossolasco, Castiglione Falletto, Sinio, al Teatro della Pietra di Bergolo, i suggestivi insediamenti vinicoli della Tenuta Carretta di Piobesi, le cantine “Terre del Barolo” e “Mauro Molino” all’Annunziata di La Morra, e poi dal Santuario di Madonna dei boschi di Vezza d’Alba, dai borghi di Castiglione Tinella, Treiso, Santo Stefano Roero, Castagnole delle Lanze, San Bovo, fino ai luoghi insoliti come il Mulino Marino di Cossano Belbo, e, naturalmente, Alba.

Nel dettaglio il programma della manifestazione parte venerdì 6 al Real Castello di Verduno alle 21 con la serata inaugurale intitolata “Cibus”, divagazioni musicali e interventi letterari conviviali con David Riondino voce recitante e Giovanni Seneca alla chitarra, Fabio Battistelli ai clarinetti. Domenica 8 alle 12 lo speciale “Concerto nel Bosco” in Alta Langa, a Monterotondo di Torresina con Sung Hee Park soprano, Alberto Cesaraccio all’oboe e l’Orchestra da camera Felice De Giardini; Primo violino e violino solista Fabrizio Pavone.

Martedì 10 luglio alle 21 a Castiglione Falletto, nella Cantina Terre del Barolo gli Archimedi con Andrea Bertino al violino, Luca Panicciari al violoncello e Giorgio Boffa al contrabbasso. Mercoledì 11 alle 21 a Santo Stefano Roero, nella Chiesa parrocchiale di Santa Maria del Podio il “Vancouver Youth Choir” diretto da Carrie Tennant. Giovedì 12 luglio, alle 21 a Grinzane Cavour, nella Sala delle maschere del Castello “L’amore stregone” con Germana Porcu al violino e Roberto Porroni alla chitarra.

Venerdì 13 luglio, alle 21 ad Alba, nella chiesa di San Giuseppe il “Progetto Gara Garayev” con Olga Domnina al pianoforte. Sabato 14 alle 21 a La Morra in Frazione Annunziata, nell’Azienda vitivinicola Mauro Molino, “Tango e Odissea” con il “BossoConcept Ensemble”, con Ivana Zecca al clarinetto, Davide Vendramin alla fisarmonica e bandoneón, Jorge A. Bosso al violoncello, Paolo Badiini al contrabbasso. Domenica 15 alle 17 a Bergolo nel Teatro della pietra “I capolavori nella modernità: Bach, Mozart e Beethoven – I parte” con Giuseppe Nova al flauto, Rino Vernizzi al fagotto e pianoforte, Giorgio Boffa al contrabbasso, Ruben Bellavia a batteria e percussioni. Mercoledì 18 alle 21 a Cossano Belbo, presso il Mulino Marino “Acquerelli” con il Quartetto Aires:Alessandro Ambrosi, Alex Modolo, Federico Zugno e Mauro Scaggiante alle fisarmoniche. Giovedì 19 alle 21 a Cherasco, nel Cortile di Palazzo Gotti, sede del Museo civico Giovan Battista Adriani, “Die Forelle” con gli Artisti del Teatro Regio di Torino: Fation Hoxholli al violino, Enrico Carraro alla viola, Amedeo Cicchese al violoncello, Stefano Schiavolin al contrabbasso e Luca Brancaleon al pianoforte.

Venerdì 20 luglio alle 21 a Treiso, nella ex Chiesa dei Battuti, “Nessun dorma” con Sung Hee Park, soprano, Ludo Farago, tenore, Michela Varda al pianoforte. Sabato 21 alle 17 a Bergolo nel Teatro della pietra “Kazakh State Chamber Orchestra” Academy of Soloists, con Aiman Mussakhayajeva al violino e Maurizio Billi direttore. Domenica 22 alle 17 a Bossolasco nel Sagrato della Chiesa di San Giovanni Battista “Da Siviglia a New York” con il Quintetto d’ottoni dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai: Roberto Rossi e Ercole Ceretta alle trombe Valerio Maini al corno, Diego Dimario al trombone e Matteo Magli al basso tuba. Martedì 24 alle 21 a Castiglione Falletto, nella Cantina Terre del Barolo “Omaggio a Nino Rota” con l’Ensemble Variabile: Claudio Mansutti al clarinetto, Andrea Musto al violoncello, Federica Repini al pianoforte. Mercoledì 25 alle 2 a Piobesi d’Alba, presso la Tenuta Carretta “Classicissimi” con Giuseppe Nova al flauto, Glauco Bertagnin al violino, Marco Nason alla viola e Leonardo Sapere al violoncello. Giovedì 26 alle 21 a Verduno, nel Cortile del Municipio “Bozen Brass” con Robert Neumair a tromba, strumenti vari e arrangiamenti, Anton Ludwig Wilhalm alla tromba, Manuel Goller alla tromba, Norbert Fink al corno, Martin Psaier al trombone, Anton Pichler al basso tuba e alla voce. Venerdì 27 alle 21 a Castagnole Lanze, nel Cortile del Municipio “Quadriglia, danze e souvenir” con Sandra Landini, e Stefano Romani al pianoforte a quattro mani. Sabato 28, alle 21 ad Alba, in Sala Beppe Fenoglio “French Touch, American Mood” con Gabriella Costa soprano e Andrea Bacchetti al pianoforte. Domenica 29 alle 21 a Castiglione Tinella, a Villa Fogliati: “Arie di Verdi · Musiche per la Contessa” con Claudia Marchi mezzosoprano, Maurizio Leoni baritono, Nicoletta Conti al pianoforte.

Mercoledì 1 agosto alle 21 a Magliano Alfieri, nel sagrato della Chiesa Parrocchiale di Sant’Andrea “Opera mon amour” con Gian Luca Pasolini, tenore, Nino Gogichaishvili soprano, Fabrizio Di Muro al pianoforte. Giovedì 2 alle 21 a Sinio, nella Chiesa Parrocchiale di San Frontiniano: “Il Cigno y el gato” con Antonio Puglia al clarinetto e Mariano Meloni al pianoforte. Venerdì 3 alle 21 a Cossano Belbo, in località San Bovo, all’Agriturismo San Bovo “Sogni notturni” con Bruno Gambarotta (voce narrante) e Giorgio Costa al pianoforte. Sabato 4 alle 21 a Vezza d’Alba, al Santuario della Madonna dei boschi “I capolavori nella modernità Bach, Mozart e Beethoven – II parte” con Giuseppe Nova al flauto, Rino Vernizzi a fagotto e pianoforte, Giorgio Boffa al contrabbasso e Ruben Bellavia a batteria e percussioni. Infine Domenica 5 agosto alle 17 a Bergolo, al Teatro della pietra “Zucchero filato” con Joaquín Palomares al violino e Javier Llanes alla chitarra.

Il direttore artistico Giuseppe Nova parla degli obiettivi di questa intensa e impegnativa serie di concerti: «Alba Music Festival e Suoni dalle Colline, in undici anni si è affermato come un grande progetto musicale, il valore aggiunto per la valorizzazione del patrimonio culturale e del territorio. Precursori di tante e prestigiose manifestazioni, abbiamo intuito sin dall’inizio che la musica classica, racchiudendo in sé valori assoluti, ricreata attraverso gli artisti e proposta in luoghi di straordinaria bellezza, produceva un risultato ben al di sopra della somma degli elementi. La musica, più di ogni altra arte, nella sua comunicazione al di là del linguaggio parlato, ha catalizzato un pubblico qualificato: un pubblico locale attento e affezionato ed un pubblico internazionale inebriato dalle bellezze dell’arte, dei luoghi e della convivialità. In oltre un decennio di attività abbiamo attraversato i borghi e le colline, trasformando in palcoscenici inconsueti le cantine storiche; abbiamo coinvolto i territori, i Comuni, le straordinarie attività produttive legate al vino, in un’intensa e gioiosa scorribanda musicale estiva. L’iscrizione dei nostri territori a Patrimonio dell’umanità è un’ulteriore conferma di quanto uomini, arte e natura abbiano fatto insieme nel corso dei secoli». Anche Elisabetta Grasso del “Parco culturale Langhe Monferrato Roero” sottolinea la capacità di Suoni dalle Colline di valorizzare il patrimonio di bellezze naturali e architettoniche del territorio: «Questo festival musicale mette in forte risalto la bellezza del territorio delle Colline di Langhe e Roero. L’incontro fra la musica di alto livello proposta nei concerti e la bellezza del territorio porta a notevoli risultati. Attraverso questa manifestazione sia il pubblico locale che i turisti possono scoprire o riscoprire la bellezza di chiese, pievi, castelli, piazze e angoli inusuali. Si tratta spesso di luoghi poco noti e inconsueti che grazie all’atmosfera del concerto, spesso in serata con la suggestione delle luci notturne, vengono fortemente valorizzati. Tutti possono coglierne e goderne la straordinaria bellezza. In aggiunta alla grande qualità della proposta musicale di musicisti che mostrano il loro grande talento».

Tutti i concerti sono a ingresso libero; in caso di maltempo è prevista una sede alternativa. Per ulteriori informazioni: www.albamusicfestival.com o telefonare allo 0173/362408.