• Home »
  • Archivio »
  • Asti, nel fine settimana alla Douja protagonisti gli Enoscacchi viventi
Asti, nel fine settimana alla Douja protagonisti gli Enoscacchi viventi

Asti, nel fine settimana alla Douja protagonisti gli Enoscacchi viventi

 

Più di 200 personaggi in costume medioevale animeranno le vie del centro storico di Asti per il fine settimana di chiusura della Douja D’Or. Sfilate, animazioni, spettacoli, sbandierate, teatro dei ragazzi e clima di festa, faranno da cornice a un evento che unirà Medioevo, Vino, Palio, eccellenze del territorio e grandi campioni nazionali e internazionali: gli “Enoscacchi viventi” sabato 15 dalle 18 alle 24 e domenica 16 dalle 15 alle 20.

Su una grande scacchiera si muoveranno i pezzi delle due squadre dei vini bianchi e dei vini rossi piemontesi. Ogni pezzo sarà rappresentato da un personaggio in costume è abbinato a un vino doc o docg. La squadra dei bianchi vede schierati “Re Moscato d’Asti” e la “Regina Alta Langa” con l’Asti Spumante dolce e secco nella posizione delle Torri. I rossi hanno la coppia regale classica: Barolo e Barbera d’Asti affiancati dal Grignolino Alfiere e dal Nizza che si muoverà sulla scacchiera da Torre come il Barbaresco.

Accogliendo l’ invito dell’Amministrazione comunale, la Camera di Commercio di Asti, ha deciso di riproporre un evento che era stato molto gradito dal pubblico e dagli estimatori dell’arte degli Scacchi e del Vino d’eccellenza. Molti i partner che hanno voluto contribuire: il Comune di Asti, il Consorzio della Barbera d’Asti e dei vini del Monferrato, il Collegio dei Rettori, l’Asta, la Compagnia del Gams, l’associazione Asti Scacchi, la scuola Ferraris, i ragazzi del Festival Asti Teatro Ragazzi, la scuola di danza “In punta di piedi”, il Csvv e il Csv Asti Alessandria, la Confartigianato. Molti gli esperti che verranno coinvolti apportando un plus valore aggiunto ad ogni iniziativa: Sergio Miravalle, giornalista e primo regista degli Enoscacchi iniziati nel 2004 con l’allora Presidente CCIAA Mario Sacco; Marco Venturino, presidente dell’ordine degli Avvocati e di Astiscacchi, unico maestro di scacchi astigiano e pluricampione nazionale e internazionale; Gianluigi Porro, dirigente del Comune; Vincenzo Tartaglino, ultimo marionettista; Mr.Tattoo presentatore televisivo di Video Servizi TV; Fabio Fassio, regista teatrale; Isabella Guasco, insegnante; Beppe Barolo, presidente Figs; Svetlana Petuokhova, insegnante di danza storica e tradizionale; Maria Teresa Perosino, regista storica.
Tutta la macchina organizzativa verrà coordinata dal Presidente CCIAA Renato Goria, dalla Giunta camerale, e dal Segretario Generale Roberta Panzeri, coadiuvati dal team affiatato e instancabile che sta lavorando incessantemente da giorni per rendere la Douja e Asti sempre più viva, brillante, accogliente.

Una menzione va fatta per gli interpreti dei pezzi degli “Scacchi viventi”: i pedoni saranno rappresentati da bimbi dai 4 ai 10 anni d’età già appassionati di Palio, Teatro e Scacchi. Re e Regina neri saranno interpretati dagli attori Gianni Gallo e Paola Recchiuto, Re e Regina Bianchi da Beppe Barla docente Utea e Cristina Cavaleri. Molti i volti noti tra Alfieri, Torri e Cavalli interpretati con abilità ed eleganza grazie anche agli sfarzosi costumi medioevali. Di fronte al palazzo della Camera verrà allestita in entrambi i giorni, una taverna con arredi del 1300 dove simpatici e allegri vignaioli e osti del Rione San Silvestro, narreranno storie e aneddoti sul vino ai tempi dei Visconti.

Questo ciclo di eventi per il 2018 dislocato tra Piazza Medici, corso Alfieri e Piazza Catterale, vuole essere un preludio alle numerose iniziative che verranno attuate dalla prossima Camera di Commercio di Alessandria e Asti, per promuovere al meglio due splendidi territori differenti ma complementari, prossimamente uniti amministrativamente, che hanno già visto spesso in questo frizzante settembre astigiano le dirigenze, fra pochi giorni riunite in un unico organo operativo, collaborare bene insieme.