• Home »
  • Eventi »
  • Asti, assegnati i contributi per le attività dei centri estivi
Asti, assegnati i contributi per le attività dei centri estivi

Asti, assegnati i contributi per le attività dei centri estivi

 

Il Comune di Asti ha promosso una serie di interventi per sostenere i 32 centri estivi che sono stati attivati attraverso la presentazione di regolare Scia per il funzionamento e per agevolare la loro fruizione da parte di minori diversamente abili e di minori con disagio sociale in carico al Servizio sociale del Comune.

In seguito delle disposizioni regionali in materia di gestione in sicurezza delle attività estive nella fase 2, le azioni intraprese dai singoli centri estivi per la prevenzione e contrasto del contagio da Covid 19, hanno comportato un significativo aumento dei costi di attivazione in materia di personale dedicato, attività di prevenzione e dotazione di Dpi, sanificazione locali, ecc., con la conseguenza di un aumento dei costi di gestione e talora delle rette a carico degli utenti.

Le risorse stanziate dal Decreto del Ministro Pari opportunità e Famiglia del 25 giugno, quantificate per il Comune di Asti in 183.506 euro sono state così ripartite sulla base dei criteri approvati dalla Giunta Comunale:

  • 154.406 euro erogati ai centri estivi operativi in Asti;
  • la restante parte di 29.100 euro per interventi finalizzati all’autonomia e alla comunicazione di bambini e ragazzi con disabilità in attività presso i centri estivi e territoriali e per il pagamento delle rette per la fruizione dei centri estivi da parte di minori diversamente abili e minori in carico ai servizi sociali.

In questi giorni si è concluso l’iter istruttorio da parte degli uffici comunali e sono stati emessi i mandati di pagamento ai 32 centri estivi partecipanti alla progettualità.

Il Comune di Asti inoltre, ricorda l’assessore all’Istruzione Elisa Pietragalla, ha messo autonomamente in campo altre agevolazioni dedicate ai centri estivi, tra cui l’utilizzo gratuito dei locali scolastici, la promozione e diffusione delle informazioni sui centri estivi presenti sul territorio e, grazie alla collaborazione dell’Associazione Il Dono del volo e della Banca del Dono, la distribuzione in tutti i centri estivi della città del gel igienizzante.

Il sindaco Maurizio Rasero, soddisfatto del servizio che i centri estivi hanno offerto a tutta la popolazione astigiana attuando protocolli impegnativi per garantire la massima sicurezza, sottolinea come la stretta collaborazione tra i soggetti impegnati nella realizzazione delle attività estive e l’amministrazione comunale, con il supporto dell’Asl, abbia permesso di creare una collaborazione positiva che ha portato più di 8000 bambini ad usufruire in sicurezza delle proposte estive, offrendo un importante servizio a tutte le famiglie.