• Home »
  • Archivio »
  • Con la Fondazione Mirafiore la Festa della Liberazione si celebra anche sul web
Con la Fondazione Mirafiore la Festa della Liberazione si celebra anche sul web

Con la Fondazione Mirafiore la Festa della Liberazione si celebra anche sul web

 

La tradizione vuole che ogni anno la Fondazione Mirafiore organizzi una grande festa partigiana in occasione del 25 aprile. Per ovvie ragioni, quest’anno la passeggiata nel Bosco dei Pensieri non si potrà realizzare, ma la Fondazione non vuole perdere l’occasione di celebrare – in un momento storico che ne ha particolare bisogno – la Festa della Liberazione. Per ribadire la vicinanza al suo pubblico e per mantenere l’impegno con la Memoria, quest’anno la Fondazione ha deciso di organizzare due diversi momenti.

Venerdì 24 aprile, alle 18.15, la Fondazione organizza un incontro – trasmesso come diretta sulla sua pagina Facebook – con Giuseppe Cederna. Attore di teatro e di cinema (è stato anche premio Oscar con “Mediterraneo”), Cederna è un viaggiatore instancabile e un grande amante della letteratura; l’idea è di passare insieme la vigilia del 25 aprile, raccontando storie di resistenza di ieri e di oggi, accompagnandole con poesie e racconti.

Nei giorni scorsi, inoltre, la Fondazione ha lanciato un’iniziativa molto particolare: un invito a raccontare, tutti insieme e in prima persona, storie di Resistenza e grandi pagine della letteratura. Ad oggi, la Fondazione è lieta di comunicare che sono stati raccolti quasi 60 contributi video, registrati dalla comunità di pubblico, ma anche da diversi amici della Fondazione (tra i tanti, Cederna stesso, ma anche Gianrico Carofiglio, Mario Brunello, Enrica Tesio, Francesca Fagnani, Omar Pedrini, Vladimir Luxuria, Nada, Antonio Armano, Fredo Valla, Paolo Fresu, Alessandro Milan, Leonardo Manera e il sindaco di Alba Carlo Bo). I contributi video saranno raccolti in pillole tematiche, che verranno pubblicate sui canali social della Fondazione durante la giornata di sabato 25 aprile. La Fondazione vuole cogliere l’occasione per ringraziare, di cuore, tutte le persone che hanno risposto alla chiamata a raccolta, confermando ancora una volta l’eccezionalità del pubblico che le è fedele.

Commenta Paola Farinetti: «“Pillole di Resistenza” è il titolo che abbiamo voluto dare a questa iniziativa, mettendo insieme lettori più noti e normale cittadini che hanno a cuore il concetto di libertà anche in questi tempi non belli che della libertà ci hanno improvvisamente privato. È il nostro modo per affiancarci alla grande manifestazione virtuale voluta dall’amico Carlin Petrini #IORESTOLIBERO alla quale senz’altro e idealmente rimandiamo con l’invito a fare un’offerta. Il 25 aprile resta, anche oggi e per sempre, una data fondante della nostra democrazia e del nostro essere italiani ed è importante ricordarla anche se ci è impossibile farlo in presenza. Chiediamo a tutti a scegliere un brano che rappresenti la propria personale idea di libertà e di resistenza, quelle di ieri, di oggi, ma anche di domani».

 

Nella foto Giuseppe Cederna