Asti, tornano le giornate dedicate alle figurine

Asti, tornano le giornate dedicate alle figurine

 

“Celo celo, manca”, era questa la formula di rito di tutti i bambini che si scambiavano figurine. Poi l’improbabile fortuna affidata alla bustina acquistata in edicola. Erano le figurine dei calciatori, in gergo “le figu”, a far crescere il tifo e la passione sportiva fin da piccoli.

Arriveranno presto le tre giornate, 22, 23, 24 febbraio, ospitate all’Ospedale Massaia, dedicate a questi indimenticabili cimeli, con espositori, scambio, una mostra e quel che più conta, loro i giocatori veri di un passato memorabile.

Intanto per i ragazzi appassionati collezionisti di oggi, sabato 26 gennaio sotto i Portici Anfossi di Piazza Alfieri saranno distribuiti omaggi della collezione di figurine Panini, la più famosa e longeva di sempre, proprio a promuovere le Giornate delle Figurine di febbraio.

Organizzatore degli eventi Andrea Morando, un veterano del mondo del collezionismo sportivo e di questa manifestazione, giunta ormai alla nona edizione, ma nuova per la nostra città.

«Dopo il buon esito dello scorso anno – dichiarano il Sindaco Maurizio Rasero e l’assessore alle Politiche giovanili Elisa Pietragalla – sosteniamo questo evento, giunto alla sua decima edizione, e rinnoviamo l’invito a non mancare all’appuntamento di sabato pomeriggio»”.

Come lo scorso anno il ricavato delle Giornate sarà infatti devoluto interamente al favore della LILT (Lega Italiana per la lotta contro i tumori).